Viet Vo Dao: tecniche di base

Tramite: O2O 15/11/2015
Difficoltà: media
14
Introduzione

Il Vovinam Viet Vo Dao è un'arte marziale vietnamita fondata dal Gran Maestro Nguyen Loc e significa, letteralmente, "Via dell'arte marziale del Vietnam". Il suo ideogramma è infatti costituito dai simboli che rappresentano il Vietnam (Viet), le arti marziali (Vo) e la via spirituale, basata sul conflitto e la coesistenza del bene e del male espresse dal Tao (Dao). Nel VVD si usano i termini originali vietnamiti per riferirsi a posizioni e tecniche sia in allenamento che nei combattimenti. Ecco di seguito le principali tecniche di base con le rispettive nomenclature originali in vietnamita della tecnica Viet Vo Dao.

24

Chem Loi: colpo di taglio eseguito con la parte laterale della mano. Mirato solitamente al volto, permette di infliggere danni consistenti all'avversario senza subire il contraccolpo nocivo per la mano. Può essere sferrato lateralmente, con una torsione del palmo verso l'alto, per colpire la parte laterale del volto (Mot); lateralmente ma con rotazione inversa, facendo passare la mano davanti al proprio petto con movimento ad incrociare (Hai); dall'alto, simulando un colpo ad ascia (Nam); con entrambe le mani, accompagnando l'attacco alla difesa (Tam). È inoltre possibile colpire direttamente col palmo della mano, con un colpo frontale al volto (Ba) o al ventre (Bon).

34

Choi Loi: colpo di gomito sferrato al volto, garantisce il massimo impatto e danno al contendente, con la possibilità di metterlo fuori combattimento con una sola mossa. Necessita, tuttavia, di una riduzione delle distanze nel combattimento, che causa una maggior esposizione agli attacchi dell'avversario. Può essere effettuato con una gomitata circolare, accompagnata da una lieve torsione del busto, alla parte bassa (Ba), alta (Bay) o centrale (Mot) del volto; dall'alto, con movimento a scendere su un contendente piegato in avanti (Bon); alle proprie spalle, con retro-torsione del busto mantenendo le gambe parallele ed affiancate (Hai).

Continua la lettura
44

Gat Loi: le tecniche di difesa e parata permettono non solo di impedire al contendente di perforare la nostra guardia, ma anche di essere pronti a sferrare un reattivo ed efficace contrattacco in grado di ribaltare in ogni momento l'esito della contesa. Vengono effettuate con movimenti circolari dell'avambraccio davanti al volto, con gomito ad angolo retto e copertura dell'altra mano al ventre con eventuale disposizione all'attacco di risposta. Il movimento può essere antiorario (Mot) o orario (Hai), proteggere la parte alta del volto (Ba) o dedicarsi alla copertura di ventre ed arti inferiori (Bon). Infine può essere accompagnato dal movimento dell'altra mano per destabilizzare l'avversario rendendo ancora più pericolosa una eventuale controffesa diretta a seguito della parata.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Sport

Lotta greco-romana: tecniche

La lotta greco-romana è la più antica disciplina olimpionica. Generalmente la si esegue in due tempi e in due modi. Dapprima si lotta in piedi e successivamente per terra. Il suo fine è quello di schermare l'avversario o di totalizzare più punti per...
Altri Sport

Bowling: tecniche per principianti

Molte persone, errando, non considerano il bowling uno sport vero e proprio, o altri lo considerano solo un hobby o un qualcosa di poco impegnativo. In realtà non è così: il bowling è uno sport vero e proprio e richiede tecniche e regole. Anche se...
Altri Sport

Aikido: tecniche di base

L’Aikido è una disciplina marziale nata in Giappone all’inizio degli anni trenta dello scorso secolo. Il suo fondatore, Morihei Ueshiba, si ispirò ai principi del “Budo” giapponese (disciplina basata sul concetto di “non-resistenza”) e del...
Altri Sport

Arti marziali: le tecniche

Le Arti Marziali sono il connubio tra passato e modernità. Nate principalmente in Oriente, il fulcro su cui si basano tutte le discipline marziali, è quello del combattimento; nonostante esso, a secondo del luogo, del periodo storico e dello stile praticato,...
Altri Sport

Kung fu: tecniche di pugno

La parola kung fu in italiano significa 'abilità'' ed è un insieme di arti marziali di origine orientale. I cinesi, la intendono come la capacità di compiere azioni grazie all'abilita ottenuta dopo molti sacrifici di duro addestramento. Tale sport...
Altri Sport

Muay thai: tecniche di allenamento

L'arte del combattimento è antichissima e nel tempo si sono formate tantissime varianti e scuole di pensiero. Il Muay Thai, anche detta Boxe Thailandese, ha origini antichissime, tanto che risale al I secolo. A primo impatto potrebbe sembrare uno sport...
Altri Sport

Kickboxing: tecniche di pugno

Praticare le arti marziali è una delle attività migliori che si possano intraprendere. Grazie alla disciplina e alle prove fisiche a cui il principiante è sottoposto, si forma il carattere e il rispetto per gli altri. Ogni sport da combattimento inoltre...
Altri Sport

Ju Jitsu: tecniche di lotta a terra

Una delle arti marziali più importati nell'ambito della lotta a terra è il Ju Jitsu. Si sviluppa om Giappone a partire dal 1500 e si diffonde soprattutto tra il 1600 e il 1800. Oggi questa disciplina ha dei limiti nella tecnica di attacco in quanto...