Rugby: regole principali

Tramite: O2O 16/10/2015
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Rugby è uno sport praticato perlopiù nei paesi di lingua inglese (è amatissimo in Nuova Zelanda), ma negli ultimi tempi sta prendendo piede anche nella nostra nazione, riscuotendo una discreta popolarità non solo tra gli appassionati ma anche tra il grande pubblico, grazie al nascente interessamento di media. È più diffuso nelle regioni dell'Italia del Nord rispetto a quelle meridionali, e, in particolare, è molto giocato in Veneto. Il rugby è uno sport piuttosto antico; la sua nascita risale, infatti, alla fine del diciannovesimo secolo. Ecco di seguito quali sono le principali regole di questa disciplina.

24

Il rugby è un gioco collettivo: ogni squadra è composta da quindici persone (tuttavia esiste una variante che prevede due giocatori in meno per ogni formazione), che si dividono in 8 avanti e 7 tre quarti. Per ogni partita sono ammesse un massimo di quattro sostituzioni, anche se i rugbisti non gradiscono particolarmente l'idea di essere sostituiti, in quanto, sentendosi per certi versi come dei "gladiatori", vorrebbero continuare a combattere fino "alla morte", ovvero fino alla fine dell'incontro.

34

L'obiettivo del gioco è quello di portare la palla nella cosiddetta "area di meta" (l'equivalente del fare gol nel calcio); ogni meta vale 5 punti. I passaggi di palla tra un giocatore e l'altro possono avvenire con le mani (n questo caso il passaggio è obbligatoriamente all'indietro) o con i piedi (sia in avanti che indietro). Il famoso placcaggio è quell'azione per cui si tenta di fermare il giocatore avversario che cerca di avanzare verso la meta; può essere placcato solo il giocatore che è in possesso della palla. Per mischia, invece, si intende quella situazione di gioco che si viene a creare per volontà arbitrale in seguito ad una irregolarità; essa consiste nella contrapposizione dei due schieramenti avversari, formati da 8 giocatori per ciascuna squadra. Essi si dispongono lungo tre linee e si contendono il possesso della palla. L'azione si conclude quando l'ovale, senza l'ausilio delle mani, viene fatta uscire dalla mischia stessa.

Continua la lettura
44

Anche nel rugby, come nel calcio, esiste la irregolarità per fuori gioco. Esso si verifica quando un giocatore si trova oltre l'ovale appena calciato da un proprio compagno di squadra; invece nella mischia è considerato fuori gioco il giocatore che avanza oltre la prima linea. Il rugby è uno sport in cui si sente molto profondamente il legame con l'intera squadra, ogni giocatore, vale a dire, lungi dall'essere un individualista, si sente "parte del tutto".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rugby

Bambini: come allenarli al rugby

Giocare a rugby può essere un modo divertente per i bambini per rimanere in forma e attivi. Dato che la versione adulta di questo sport è un'attività fisica intensa, i bambini possono avvicinarsi a questo sport attraverso diverse versioni del rugby...
Rugby

Come realizzare uno schema d'attacco nel rugby

Il rugby rappresenta uno sport che ha origini molte antiche ed è una disciplina sportiva molto diffusa negli Stati Uniti d'America. In pratica, possiamo distinguere tra differenti tipologie di questa attività sportiva. Per prima cosa, è doveroso citare...
Rugby

5 falsi miti sul rugby

Il Rugby è uno sport molto tecnico e difficile, che però ha un pubblico vastissimo. La famosa palla ovale è il simbolo di questo sport che comunque non riesce ad avere il seguito che merita, almeno in Italia. Questo perché vi sono una serie di luoghi...
Rugby

La giusta alimentazione per chi gioca a rugby

Rugby è il nome generico con cui vengono attualmente intesi due sport di squadra con le loro varianti, differenziatesi nel Regno Unito alla fine del XIX secolo: il rugby a 15 o rugby union, disputato tra due squadre di 15 giocatori ciascuno, e il rugby...
Rugby

5 buoni motivi per uscire con un giocatore di rugby

Spesso i giocatori di rugby sono considerati come persone brute e senza cervello, anche perchéquale persona sana di mente deciderebbe di affrontare 80 minuti di botte, dolori e sofferenze? Beh ad essere sinceri io faccio parte della categoria e vi assicuro...
Rugby

Come lanciare una palla da rugby

Ogni sport ha le proprie tecniche, di allenamento e di fisicità dei giocatori. La scelta verrà fatta guardando la passione nutrita nel tempo, e soprattutto valutare la predisposizione fisica, prima di scegliere e intraprendere allenamenti, consultare...
Rugby

Come diventare allenatori di rugby

Allenare una squadra di rugby è un compito tutt'altro che facile: servono professionalità, esperienza, una buona dose di pazienza e anche un pizzico di fortuna!Purtroppo il rugby non è uno sport molto praticato in Italia, ma se volete diventare allenatori...
Rugby

Rugby: come fare un placcaggio

Come saprete, il rugby è uno sport di contatto fisico, non violento chiaramente, nel quale impedire ad un avversario di arrivare a far meta è uno degli aspetti fondamentali. Per bloccare un avversario, cioè placcarlo, ci vuole esperienza e fisico,...