Ju Jitsu: tecniche di lotta a terra

Tramite: O2O 16/11/2015
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una delle arti marziali più importati nell'ambito della lotta a terra è il Ju Jitsu. Si sviluppa om Giappone a partire dal 1500 e si diffonde soprattutto tra il 1600 e il 1800. Oggi questa disciplina ha dei limiti nella tecnica di attacco in quanto nell'originale si può colpire l'avversario con calci e pugni. In ambito agonistico per difendersi si usano lo strangolamento, la leva e l'immobilizzazione. Questa tecnica è definita dolce e flessibile, come dice lo stesso nome. Infatti i samurai la utilizzano per combattere senza armi.

26

I gruppi delle Tecniche del Ju Jitsu sono quattro:
Atemi Waza, tecniche che mirano a colpire i punti vitali con i gomiti, le ginocchia, i piedi e le mani;
Kansetsu Waza, hanno come obiettivo le articolazioni di braccia e gambe al fine di provocare lussazioni, slogature o torsioni;
Nagewaza, tecniche per atterrare l'avversario con proiezioni e sbilanciamenti;
Osaewaza, tecniche di immobilizzazione, applicabili sia a terra che in posizione eretta.

36

Alla base delle tecniche del Ju Jitsu si trova l'applicazione del principio "Ju", ovvero della non resistenza. Lo scopo è bloccare latravo dell'avversario accompagnandone la forza e rendendo debole sin dall'orogine il movimento.
La tecnica Atemi serve a rendere più debole l'avversario sia fisicamente che psicologicamente. È fondamentale in quanto da essa partono le successive azioni di difesa: con essa il terreno viene preparato in modo tale che per le azioni successive venga impiegata la minor energia possibile. Un antico motto del Ju Jitsu è "Il debole vince": quindi non è la forza fisica a vincere ma quella intellettuale. Grazie alla furbizia il combattente gestisce le sue capacità in modo tale che lo conducano alla vittoria ciò vuol dire che non è la forza fisica a determinare la vittoria. La brutalità della lotta viene mortificata ed annientata dall'intelligenza.

Continua la lettura
46

Molto importante è il simbolismo nell'arte Ju Jitsu. Merita attenzione il Tessen, cioè il ventaglio, che contrariamente a ciò che vuole il logo comune occidentale, non è semplicemente uno strumento per difendersi dal caldo o magari per abbellire una parete.
Il Tessen è un'arma fatta di un bastone di legno e metallo che poi si apre a ventaglio: il samurai non si separa mai dal suo ventaglio, che poteva portare anche nei luoghi in cui era impedito avere la spada, simbolo di guerra. In questo senso può rappresentare un elemento di pace ed amicizia, pur con riserva.
La spada è l'altro importante simbolo del Ju Jitsu ed identifica il valore del guerriero samurai e la sua capacità di combattere.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Sport

Arti marziali: le tecniche

Le Arti Marziali sono il connubio tra passato e modernità. Nate principalmente in Oriente, il fulcro su cui si basano tutte le discipline marziali, è quello del combattimento; nonostante esso, a secondo del luogo, del periodo storico e dello stile praticato,...
Altri Sport

Arti marziali: le cinture nel Jiu Jitsu

Nel codice di molte arti marziali, come il judo o il karate, rientra l'usanza di assegnare ad ogni grado, ossia ad ogni livello raggiunto, una cintura. L'introduzione di una tale tradizione, contrariamente a quanto si possa pensare, è di origine piuttosto...
Altri Sport

Come diventare cintura gialla

Gli sport di lotta più conosciuti al mondo sono il karate, il judo ed il taekwondo. Diventare cintura gialla in una di queste discipline non è il massimo, ma presenta comunque una certa dignità. In questo articolo spiegheremo come è possibile diventare...
Altri Sport

Come iniziare le MMA

Le MMA, acronimo per Mixed Martial Arts, sono un mix di arti marziali a contatto totale. Questa disciplina, negli ultimi anni, sta avendo sempre più seguito fra gli appassionati di arti marziali e fra di un pubblico sempre più alla ricerca di sport...
Altri Sport

Le 10 migliori arti marziali per l'autodifesa

L'autodifesa non è un gioco, non è un film e non è una coreografia. Ci sono due aspetti sui quali è opportuno soffermarsi quando si parla di difesa personale in situazioni di pericolo. Il primo è l'aspetto mentale; praticare arti marziali sviluppa...
Altri Sport

I principi del Judo

Il Judo (Via della cedevolezza, della flessibilità) è un'arte marziale giapponese, e disciplina olimpica (dal 1964) la cui fondazione è datata 1882, quando il maestro Jigoro Kano, con i primi nove discepoli, diede vita al Kodokan a Tokio, in Giappone.L'obiettivo...
Altri Sport

Aikido: tecniche di base

L’Aikido è una disciplina marziale nata in Giappone all’inizio degli anni trenta dello scorso secolo. Il suo fondatore, Morihei Ueshiba, si ispirò ai principi del “Budo” giapponese (disciplina basata sul concetto di “non-resistenza”) e del...
Altri Sport

Bowling: tecniche per principianti

Molte persone, errando, non considerano il bowling uno sport vero e proprio, o altri lo considerano solo un hobby o un qualcosa di poco impegnativo. In realtà non è così: il bowling è uno sport vero e proprio e richiede tecniche e regole. Anche se...