I più grandi difensori dell’Inter

Tramite: O2O 05/06/2015
Difficoltà: media
16

Introduzione

I 107 anni di storia nerazzurra sono stati contraddistinti e scanditi dalla presenza di eccellenti difensori, che hanno fatto la fortuna del secondo (per ordine cronologico di fondazione) club di Milano.
Consapevoli che è praticamente impossibile elencarli tutti, e stilarne una classifica, ci accingiamo comunque ad introdurre un'interessante rassegna dei più grandi difensori dell'Inter.

26

Giacinto Facchetti

Un Uomo (la U maiuscola in questo caso è d'obbligo) che ha fatto la storia dell'Inter, prima come terzino e successivamente come dirigente, è l'immenso Giacinto Facchetti.
Nato nel 1942 e scomparso prematuramente nel 2006, Facchetti è stato un pilastro anche della nazionale azzurra, con la quale è stato campione europeo nel 1968 e vice campione del mondo nella storica edizione di Messico '70.
La sua militanza con la maglia dell'Inter è durata ben 18 anni: dal 1960 al 1978 Facchetti ha collezionato 634 presenze e 75 reti in maglia nerazzurra.
Terzino tecnico nonostante la notevole prestanza fisica, sul finire della carriera quando la rapidità ha cominciato a venir meno sostituita dalla crescente esperienza, si è riciclato libero con risultati altrettanto brillanti.

36

Tarcisio Burgnich

Compagno di reparto di Facchetti, nella grande Inter di Helenio Herrera fu Tarcisio Burgnich, che con Facchetti condivide anche il suddetto palmares con la nazionale italiana.
Nato nel 1939, Burgnich era soprannominato in campo Roccia, e questo la dice tutta sulla solidità fisica di questo grande difensore nerazzurro degli anni '60.
Tranne la fascia sinistra, occupata in pianta stabile da Facchetti, il versatile Burgnich ha giocato su tutti i fronti della difesa nerazzurra: terzino destro, stopper o libero, a seconda delle esigenze di giornata, sempre con i medesimi eccellenti risultati, collezionando complessivamente 326 presenze e 5 reti.

Continua la lettura
46

Lo "zio" Bergomi

Lo "zio" Beppe Bergomi, è sicuramente il difensore più forte e rappresentativo della storia anni '80 dell' inter.
Nato nel 1963, attualmente opinionista sportivo per la pay tv satellitare sky, Bergomi è stato anche giovanissimo campione del mondo nel 1982, con la nazionale di Enzo Bearzot.
Fedelissimo dell'Inter, del quale è il secondo giocatore (dietro Zanetti) con il maggior numero di presenze, Bergomi in carriera ha giocato solamente nel club nerazzurro, ininterrottamente dal 1979 al 1999, divenendone capitano dal 1992.
Giocatore molto duttile e diligente, Beppe Bergomi nasce libero per poi evolversi soprattutto come terzino destro, rivestendo all'occorrenza tutti i ruoli della retroguardia nerazzurra; incluso anche quello a lui forse meno congeniale di terzino sinistro, nell'inter di Roy Hodgson (1995-97).

56

Andreas Brehme

Uno dei più grandi terzini sinistri di tutti i tempi è sicuramente il tedesco Andreas Brehme: nato nel 1960, campione del mondo con la nazionale dell'allora Germania Ovest nei mondiali di Italia '90, Brehme approda in maglia nerazzurra in coppia col connazionale Lothar Matthaeus nel 1998. Prelevati in coppia dal Bayern Monaco, i due hanno fatto le fortune dell' inter del presidente Ernesto Pellegrini e di Mr. Trapattoni. Rimasto in maglia nerazzurra fino al 1992, Andreas Brehme nel 1990 è arrivato terzo anche nella classifica del pallone d'oro. Terzino rapido e attento come marcatore, insidioso anche in fase offensiva come assist - man, dopo una breve parentesi a fine carriera come allenatore, Brehme adesso sta attraversando purtroppo un periodo difficile della sua vita personale, travolto dai debiti e dai problemi finanziari.

66

Capitan Zanetti

La nostra rassegna non poteva non concludersi con il più importante tassello della recente storia nerazzurra: capitan Javier Zanetti.
L'argentino, nato nel 1973, è approdato all'Inter giovanissimo nel 1995, vestendo la fascia di capitano dal 1999 fino al suo ritiro, il 18 Maggio 2014.
Da allora è passato dal campo alla scrivania, restando fedelissimo agli amati colori nerazzurri.
Veloce, fortissimo e carismatico, Zanetti è stato un giocatore completo e versatile, capace di ricoprire indifferentemente quasi tutti i ruoli sia della difesa che del centrocampo.
Sin dal suo arrivo a Milano fu considerato l'erede ideale di Facchetti, dal quale ha appreso l'onestà, la lealtà ed il rispetto per gli avversari.
Resta tuttora lo straniero che ha collezionato più presenze nel campionato italiano, 615; Zanetti è rimasto nella storia anche come giocatore il giocatore più vincente di sempre nella storia dell'Inter, collezionando ben sedici trofei: cinque scudetti, quattro Coppe Italia, quattro supercoppe italiane, una coppa Uefa, la Champions League 2010 con l'Inter di Mourinho, nel 2010 (l'anno del mitico triplete) e la successiva coppa del mondo per club.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Calcio

I più grandi attaccanti del Milan

Il Milan è, al momento, la squadra più titolata al mondo; per raggiungere questi grandi traguardi sono stati tanti i fattori che hanno contribuito, a partire da i calciatori che hanno fatto la storia e che hanno agevolato l'ascesa di questo club. Uno...
Calcio

Gli stadi più grandi d'America

L'America, soprattutto quella del Nord, è la patria del baseball e del football, che sono i due sport più seguiti negli Stati Uniti e in Canada, mentre dal Messico in giù regna incontrastato il calcio.Un numero così grande di appassionati richiede...
Calcio

Come difendere un 3 contro 2 nel calcio A 5

Il calcio a cinque (ovvero quella variante in cui si gioca in due squadre da cinque anziché da undici calciatori) è una valida ed interessante alternativa alla classica modalità di gioco del calcio che tutti conosciamo benissimo. Ovviamente il gioco...
Calcio

Come essere un bravo portiere

Il portiere di calcio è senz'altro un ruolo particolare, nonché divertente di questo sport. Ovviamente questo ruolo può anche non piacere, visto che presenta caratteristiche nettamente differenti rispetto a difensori, centrocampisti ed attaccanti....
Calcio

Come uscire dal pressing nel calcio a 5

Nel calcio a 5, la tattica è un aspetto affascinante che non va mai sottovalutato. Essa può fare la differenza tra due squadre a pari livello. Impostare un team interamente sul pressing è molto complesso. Richiede un'adeguata preparazione fisica, una...
Calcio

Come difendere bene a calcetto

Il calcetto è una specie di 'calcio in miniatura'; non tanto per i giocatori, quanto per le dimensioni del campo (notevolmente più piccolo di uno da calcio normale), delle porte e soprattutto per il numero dei giocatori: ogni squadra infatti può mettere...
Calcio

Come Piazzare Una Barriera Su Calcio Di Punizione

Sappiamo bene che nel calcio moderno, stante la grande specializzazione che da sempre lo interessa, con il passare del tempo, hanno acquisito sempre più importanza quelli che sono i calci da fermo. Proprio su punizione ed anche su calcio d'angolo infatti,...
Calcio

Come diventare un bravo difensore centrale nel calcio

Il calcio come già saprete è un gioco di squadra poiché ogni elemento è importante e ha un ruolo ben preciso. Il più delle volte si glorificano solo gli attaccanti poiché segnano e fanno vincere la propria squadra. Il difensore centrale nelle sue...