I 5 migliori corridori di sempre

Tramite: O2O 07/08/2015
Difficoltà: media
16
Introduzione

Il ciclismo è lo sport degli eroi e delle leggende. Forse vi sembrerà esagerato, ma il ciclismo può essere definito uno sport mitologico, pensate che la prima gara ciclistica è stata disputata nel 1869 in Francia, la Parigi-Rouen, una tappa lunga 126 chilometri, con la partecipazione di 304 concorrenti. La corsa fu vinta dal britannico Moor, che percorse la distanza a circa 15 km\h di media. Da allora le strade di tutto il mondo sono state percorse da migliaia di ciclisti, che cercavano di vincere e di lasciare un ricordo impossibile da cancellare nella memoria degli spettatori che in massa si accalcavano ai bordi delle strade. Ma quali sono i criteri per scegliere, tra tanti, i corridori che possiamo definire leggende? Più che altro è una questione di punti di vista, ma oggi in questa breve lista cercheremo di elencare i 5 migliori corridori di sempre.

26

Gino Bartali

La carriera ciclistica di Gino Bartali fu una delle più lunghe e piene di successo nella storia del ciclismo, definirlo una leggenda e un eroe è poco. Il rivale di un altro grande del ciclismo italiano, Fausto Coppi. La sua carriera da ciclista durò ben 27 anni, per questo viene ricordato come "L'Intramontabile". Uomo di gran cuore e di indimenticabile schiettezza, semplice nel senso più alto del termine, profondamente amato per la sua purezza. Gino Bartali non era un semplice corridore, negli anni della seconda guerra si era adoperato in favore dei rifiugati ebrei, compiendo numerosi viaggi in bicicletta dalla stazione di Terontola-Corona fino ad Assisi, trasportando documenti e foto tessere nascosti nei tubi del telaio della bicicletta affinché una stamperia segreta potesse falsificare i documenti necessari alla fuga di ebrei rifugiati. Gino Bartali è uno dei personaggi storici del mondo del ciclismo, vincitore di 3 Giri d'Italia, 2 Tour de France e diverse classiche. Il suo palmarès poteva essere anche più grande se la sua carriere non fosse stata interrotta dagli tragici fatti della seconda guerra mondiale.

36

Eddy Merckx

Eddy Merckx, ciclista begla, detto il "Cannibale" per la voglia di vincere sempre e di non lasciare nulla agli avversari. Considerato il ciclista più forte di tutti i tempi. Merckx conta 525 vittorie su 1800 gare su strada disputate: il 30%, una percentuale impressionante e distribuita lungo 17 anni di agonismo. Come dire che per una gara su quattro, gli avversari hanno corso per il secondo posto! In nessun altro sport si riscontra una superiorità così assoluta per un lungo periodo di tempo. E vi è di più: Merckx ha ottenuto i massimi risultati anche nell'attività su pista, vincendo le più prestigiose gare e siglando un Record dell'Ora, rimasto per molti anni imbattuto.

Continua la lettura
46

Bernard Hinault

Bernard Hinault detto il "Campion Gentiluomo". In Francia è considerato una leggenda, il simbolo del ciclismo francese. Fu dominatore della scena internazionale tra la fine degli anni settanta e la prima metà degli anni 80. Nella storica tappa di Val d'Agen guida la rivolta dei corridori per la cattiva gestione di partenze e arrivi, il gruppo con lui in testa arriva e taglia il traguardo a piedi. Vincitore di tutti i tre grandi giri, è stato il primo corridore ad aver vinto almeno due volte tutte e tre le grandi corse a tappe ciclistiche, e uno dei sei ad averle vinte almeno una volta. Si aggiudicò infatti cinque Tour de France (1978, 1979, 1981, 1982 e 1985), tre Giri d'Italia (1980, 1982 e 1985) e due Vuelta a España (1978 e 1983). In totale ottenne, nei dodici anni di carriera da pro, 216 vittorie.

56

Fausto Coppi

Soprannominato "il Campionissimo" o "l'Airone", fu il corridore più famoso e vincente dell'epoca d'oro del ciclismo, ed è considerato uno dei più grandi e popolari atleti di tutti i tempi. Jacques Goddet, storico patron del Tour de France, indicò Fausto Coppi come «il più grande» ed Eddy Merckx come «il più forte» ciclista di sempre. Leggendaria fu la sua rivalità con Gino Bartali, che divise l'Italia nell'immediato dopoguerra (anche per le presunte diverse posizioni politiche dei due). Celebre nell'immortalare un'intera epoca sportiva è la foto che ritrae i due campioni mentre si passano una bottiglietta durante una salita al Tour 1952. Le sue imprese e le tragiche circostanze della morte ne hanno fatto un'icona della storia sportiva italiana, e a oltre cinquant'anni dalla scomparsa, la sua popolarità e fama appaiono immutate. Morì di malaria all'età di 40 anni.

66

Miguel Indurain

Il nome di Indurain è ricordato soprattutto per essere stato il primo corridore a vincere per cinque volte consecutive il Tour de France la più prestigiosa corsa a tappe di questo sport. Con straordinarie doti di passista, pur essendo stato fortissimo in montagna, l'arma in più di Indurain sono sempre state le tappe a cronometro. Non era uno scalatore classico ma era sempre fra i migliori, con il suo passo regolare, quando la strada saliva. Miguel Indurain nella sua corsa da professionista ha vinto 111 corse.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ciclismo

Le migliori bici da downhill

Il Downhill è uno sport gravity che viene svolto solamente in discesa lungo piste da 2 a 5 chilometri, preparate su pendii molto ripidi e con ostacoli naturali e artificiali, come ad esempio gradoni alti metri, salti e sezioni di rocce sconnesse. È...
Ciclismo

Bici: come migliorare in salita

Esistono alcuni semplici consigli che posso essere seguiti per fare in modo che la vostra capacità nell'andata in bicicletta migliori; ad esempio nello specifico spiegheremo all'interno di questa guida alcuni accorgimenti da potere seguire per migliorare...
Ciclismo

Come sostituire i tubolari ad una bici da corsa

Per le bici da corsa si utilizza un particolare pneumatico che ha migliori prestazioni. Ecco come sostituire i tubolari ad una bici da corsa. Le caratteristiche sono che ha meno rischi di foratura e scorre in modo migliore rispetto ai normali copertoni....
Ciclismo

Come si gonfiano le ruote di una bici da corsa

Nel corso di una vita di un ciclista capiterà spesso di ritrovarsi con le ruote sgonfie, soprattutto se si scelgono modelli di bici più economici con valvole, camera d'aria e gomme di scarsa qualità. Guidare una bici da corsa con gomme sgonfie non...
Ciclismo

Come abbassare la frequenza cardiaca nel ciclismo

Tutti i ciclisti, come d'altronde qualsiasi sportivo, desiderano abbassare la propria frequenza cardiaca per migliorare le proprie prestazioni. Vi sarà sicuramente capitato, infatti, durante la classica pedalata domenicale con amici, colleghi, o compagni...
Ciclismo

Come impugnare il manubrio di una bici da corsa

Anche se la bella stagione ormai è finita la bici è sicuramente uno dei mezzi di trasporto preferiti. Come sport rappresenta uno degli esercizi più completi. Forse una delle cose principali per poterlo svolgere è infatti quella di avere una vera e...
Ciclismo

Come migliorare le prestazioni della bicicletta

Il ciclismo è uno degli sport più seguiti e praticati del mondo, aiutando a rimanere in salute ed a migliorare le prestazioni fisiche. Per portare a termine grandi sfide, come una lunga corsa o una salita impegnativa, oltre ad un buon allenamento è...
Ciclismo

Migliorare la resistenza in bici

In questa guida vi spiegherò come migliorare il vostro livello di forma fisica e di resistenza in bici. Intervallando lunghe passeggiate con andatura costante ad alcune corse brevi e veloci, riuscirete ad autimentare notevolmente la vostra prestanza...