Come tuffarsi in acqua: prevenire incidenti in mare

Tramite: O2O 28/08/2016
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Ogni anno nel periodo estivo si contano molti incidenti nel mare, e a parte quelli che interessano le imbarcazioni, spesso ad avere la peggio sono i bagnati. Questi ultimi infatti, vanno incontro ad incidenti dettati a volte da negligenza, mancanza di istruzioni in merito, congestioni eccetera. Nei passi successivi di questa guida vediamo dunque come tuffarsi in acqua per prevenire gli incidenti in mare.

24

Innanzitutto, bisogna spiegare che questa guida è rivolta soprattutto a coloro che prendono la decisione di trascorrere un periodo di vacanza al mare. Prima di tuffarsi ad esempio da altezze troppo elevate, bisogna fare molta attenzione ad una serie di fattori, specialmente se non si ha la piena conoscenza del luogo balneare scelto. Inoltre è necessario stare attenti che a due passi dalla spiaggia non ci sia la presenza di pericolosi scogli nascosti, oltre che rendersi conto dell'effettiva altezza del fondale.

34

Quest'ultima è una precauzione da prendere sempre, ed in particolare se l'acqua non è perfettamente limpida e cristallina; infatti, se il mare è chiaro tanto da consentire di vedere anche il fondale sabbioso, ovviamente gli scogli si vedono in maniera molto nitida. Se invece è molto scuro ed è sporco o pieno di alghe, è necessario prima del tuffo fare un sopralluogo direttamente in acqua con l'ausilio di una maschera. Tutti questi passaggi devono essere svolti se in quella spiaggia non è presente qualcuno che possa indicare la presenza di eventuali scogli, sempre se questi ultimi effettivamente ci siano e vengano quindi opportunamente segnalati dai gestori del lido o dalle autorità comunali, se si tratta di una spiaggia libera. Dopo aver superato questa prima precauzione, bisogna accertarsi che ci sia un posto sufficientemente agevole per uscire dall'acqua. Inoltre, è molto importante assicurarsi di poter risalire sulla spiaggia a piedi nudi.

Continua la lettura
44

Se gli scogli sono troppo frastagliati, ci si può infatti far male e al tempo stesso sarà molto difficile compiere le suddette operazioni di risalita. In questo caso è preferibile usare un paio di scarpe di gomma. Sempre a riguardo dei tuffi sono da evitare quelli con la testa e in verticale. Tra l'altro dopo aver mangiato, per non incorrere in pericolose congestioni, è necessario attendere almeno un'ora e mezzo o anche due specie se il pranzo è stato abbondante. Infine meglio evitare alcolici che assieme al sole, possono creare problemi ai tutti i sistemi connettivi del corpo e causare incidenti banali ma pericolosissimi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Come tuffarsi di testa

Non avete mai imparato a tuffarvi di testa ma vorreste imparare? Per poterlo fare ci vuole solo un po' di allenamento e coraggio. Una volta che avrete imparato potrete sperimentare il tuffo anche da altezze maggiori ma è bene aver acquisito una certa...
Sport Acquatici

Come e dove pescare ricci di mare

Gli echinodermi, conosciuti come ricci di mare, sono considerati delle vere e proprie prelibatezze dagli amanti della buona cucina: queste delizie, infatti, possono essere utilizzate in cucina come condimenti per piatti tradizionali, come ingredienti...
Sport Acquatici

Come fare esercizi contro le onde del mare

Mantenersi in forma grazie all'allenamento fisico è il modo migliore per avere una vita sana. Esistono ormai moltissime discipline adatte ad ogni tipo di fisico e persona, basta provare e scegliere quella giusta. Ma non tutti gli esercizi devono per...
Sport Acquatici

Come organizzarsi per un'uscita in mare in kayak sit on top

Il kayak sit on top è un particolare tipo di "canoa" molto stabile ed affidabile composto da un blocco unico costruito con materiali ad alta densità i quali lo rendono pressoché inaffondabile ed indistruttibile. Per le loro peculiarità queste "imbarcazioni",...
Sport Acquatici

Come togliere le meduse dall'acqua senza rischi

Le meduse sono degli invertebrati (appartengono alla categoria dei Celenterati) che possiamo trovare in qualsiasi tipo di mare, la cui grandezza va da pochi centimetri a, addirittura, due metri e mezzo di diametro. Il loro corpo, composto quasi al 99%...
Sport Acquatici

Come effettuare la pesca a fondo in mare

La pesca a fondo in mare è una tecnica estremamente particolare, la quale va usata nelle condizioni di mare calmo al fine di poter dare adeguati risultati, nelle ore che vanno dal tramonto all'alba. Molto diffusa, è anche una delle tecniche più antiche...
Sport Acquatici

Come preparare la pastura per la pesca in mare con galleggiante

La pesca col galleggiante costituisce senza dubbio una delle tecniche più comuni della pesca in mare. Essa sostanzialmente consente di prendere sia i pesci che si trovano in superficie, sia quelli che si trovano invece sul fondo. Non tutti sanno però...
Sport Acquatici

I migliori kayak da mare

Il kayak è un tipo di canoa originariamente utilizzata dagli Inuit, un piccolo popolo dell'Antartico discendente dei Thule, questi utilizzano i kayak soprattutto per pescare. Si differenza dalle canoe o anche chiamane canoe canadesi per il semplice fatto...