Come scegliere il kimono da judo

Tramite: O2O 13/09/2015
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il judo prevede che sia il combattimento che l'allenamento vengano effettuati con un abbigliamento adatto. Questo è composto da una giacca e un pantalone molto larghi che consentono al corpo dei movimenti liberi. La cintura non ha solo la funzionalità di chiudere la giacca ma il suo colore identifica il grado di preparazione della persona. Per poter praticare al meglio questo sport è quindi importante imparare come scegliere il kimono più adatto alle proprie esigenze.

24

Come prima cosa è necessario identificare il tipo di utilizzo del kimono stesso, l?età e l?altezza del destinatario. Una volta stabiliti questi fattori dovrete scegliere l?indumento valutando tre principali criteri di base. Il primo criterio è quello relativo alla tessitura. Un kimono può essere realizzato in tessuti diversi come in tela grano di riso che garantisce la robustezza dell?indumento oppure in tela saia che è molto morbida e leggera. Scegliete un kimono che all'interno sia morbido per garantirvi il massimo comfort e che esternamente abbia la giusta ruvidità necessaria per rendere difficile la presa da parte dell?avversario.

34

La giacca deve avere delle maniche generose in larghezza e in lunghezza e le cuciture devono essere doppie o triple nei punti di maggiore stress per garantire la durabilità del prodotto. Anche il colletto deve essere robusto per evitare crepature nel tempo e per rendere difficile all'avversario la mossa dello strangolamento. Un problema comune è che durante il primo lavaggio il capo tende ad accorciarsi di qualche centimetro per questo è preferibile acquistare una taglia superiore. Per i primi tre lavaggi è meglio utilizzare acqua fredda mentre per quelli successivi è bene non superare mai i 40°C. Esponete il kimono all'aria aperta per essere sicuri che asciughi correttamente.

Continua la lettura
44

L'ultimo fattore da considerare è la grammatura del tessuto. Maggiore sarà la grammatura del cotone maggiore sarà la resistenza del kimono. Se il kimono è per un bambino principiante potete optare per una tela leggera da 240 g/m2 mentre se è per competizioni è meglio orientarsi verso la tela grano di riso da 440g/m2. Lo stesso criterio vale per l?adulto: per livello da principianti è adatta la tela grano di riso da 520g/m2 mentre per le competizioni si usa la tela grano di riso da 730g/m2 o da 950g/m2. Infine bisogna considerare la taglia. Il kimono deve essere di 5-10 cm superiore all?altezza di chi lo indosserà.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Sport

Come ottenere la cintura nera di Judo

Il judo è una pratica sportiva davvero affascinante. Oltre a mentenere il fisico sportivo e allenato, serve anche ad allenare la mente. Insegna il rigore verso le regole e il rispetto verso l'avversario. Ma come funziona il judo? Il livello dell'atleta...
Altri Sport

I principi del Judo

Il Judo (Via della cedevolezza, della flessibilità) è un'arte marziale giapponese, e disciplina olimpica (dal 1964) la cui fondazione è datata 1882, quando il maestro Jigoro Kano, con i primi nove discepoli, diede vita al Kodokan a Tokio, in Giappone.L'obiettivo...
Altri Sport

Le regole del judo

Può una tecnica di combattimento essere gentile? La risposta è sì, soprattutto se il suo nome nella lingua di origine significa proprio “in modo gentile”. Stiamo parlando del judo, stile di lotta a mani nude nato in Giappone alla fine del XIX secolo...
Altri Sport

Come diventare cintura gialla

Gli sport di lotta più conosciuti al mondo sono il karate, il judo ed il taekwondo. Diventare cintura gialla in una di queste discipline non è il massimo, ma presenta comunque una certa dignità. In questo articolo spiegheremo come è possibile diventare...
Altri Sport

Arti marziali: le cinture nel Jiu Jitsu

Nel codice di molte arti marziali, come il judo o il karate, rientra l'usanza di assegnare ad ogni grado, ossia ad ogni livello raggiunto, una cintura. L'introduzione di una tale tradizione, contrariamente a quanto si possa pensare, è di origine piuttosto...
Altri Sport

Arti marziali: le tecniche

Le Arti Marziali sono il connubio tra passato e modernità. Nate principalmente in Oriente, il fulcro su cui si basano tutte le discipline marziali, è quello del combattimento; nonostante esso, a secondo del luogo, del periodo storico e dello stile praticato,...
Altri Sport

Arti marziali giapponesi: stili di combattimento

L'origine delle arti marziali giapponesi risale all'epoca dei primi Samurai, i famosi guerrieri appartenenti alle caste più nobili, che a partire dall'epoca feudale hanno servito l'imperatore nello stabilire l'ordine pubblico e nel regolare le lotte...
Altri Sport

Le 10 migliori arti marziali per l'autodifesa

L'autodifesa non è un gioco, non è un film e non è una coreografia. Ci sono due aspetti sui quali è opportuno soffermarsi quando si parla di difesa personale in situazioni di pericolo. Il primo è l'aspetto mentale; praticare arti marziali sviluppa...