Come rimanere in apnea sott'acqua

Tramite: O2O 09/09/2014
Difficoltà: media
15

Introduzione

Uno degli sport che stimolano maggiormente il corpo umano è il nuoto. Ci sono tanti vantaggi e quasi nessuno svantaggio nel praticare una disciplina di questo tipo. Gli effetti vanno da uno sviluppo dal punto di vista scheletrico e muscolare alla correzione della scoliosi e di vari problemi ossei. Il nuoto può anche fungere da fisioterapia in seguito ad incidenti di varia natura. Ma tra le possibilità tra le quali possiamo scegliere per migliorare il nostro fisico e la nostra salute corporea, vi sono metodi per allenare i nostri polmoni. Ogni volta in cui ci alleniamo e agiamo sulla respirazione in maniera corretta i nostri organi sono in grado di assumere al loro interno una maggiore quantità di ossigeno. Ma come bisogna muoversi per rimanere in apnea sott'acqua?

25

La prima cosa da fare è avere la consapevolezza dell'ambiente che ci è intorno. Al contrario delle acque marine, una piscina rende l'operazione più semplice grazie alla totale assenza di un moto ondoso. Per restare sott'acqua un po' a lungo, oltre ad avere necessità di un allenamento costante e periodico, è importante avere alcune conoscenze. Utile è il metodo dell'iperventilazione volontaria, secondo il quale si impara ad inspirare ed espirare con profondità e lentezza. Più lenta sarà l'iperventilazione, maggiore sarà l'ossigeno che si immetterà nei nostri polmoni e minore sarà la "fame d'aria" che avvertiremo nelle operazioni di risalita in superficie. Lo svantaggio principale di questo sistema coincide proprio con la fame d'aria che viene a mancare e che può costituire un pericolo. Bisogna comunque stare attenti se l'iperventilazione viene effettuata troppo a lungo, il nostro cervello crede di non aver più bisogno di respirare e si può rischiare di arrivare all'ipossia, cioè la mancanza di ossigeno all'interno del nostro cervello che distrugge le cellule e può addirittura provocare il decesso.

35

In molte occasioni, trattenendo il fiato alcune persone non sono in grado di restare sott'acqua e tendono a risalire in superficie contro la loro volontà. Perché succede questo? Supponiamo di gonfiare un palloncino sott'acqua. Ogni volta che l'aria viene insufflata all'interno del nostro palloncino, quest'ultimo tenderà a risalire in superficie a causa della pressione contenuta in esso. Lo stesso vale per i polmoni. Più prendiamo fiato, più i nostri polmoni si gonfiano. Ma per restare sott'acqua bisogna soltanto espirare un po', sgonfiando i nostri polmoni. In questo modo, il vostro corpo non tenderà a risalire e andrà giù.

Continua la lettura
45

Uno dei inconvenienti comuni che non ci consentono di restare in apnea sott'acqua corrisponde sicuramente al dolore ai nostri timpani. Perché accade una cosa del genere? Le cause sono sempre riconducibili alla pressione. Il nostro corpo non è abituato a restare sott'acqua, ma in qualche modo può essere adattato. Nel momento in cui ci immergiamo, la nostra membrana timpanica, dalle proprietà elastiche, con la pressione tende a schiacciarsi nell'orecchio. È in questi casi che si può intervenire con la tecnica della compensazione. Tenendo il naso chiuso con l'ausilio delle dita, soffiamo con delicatezza fino ad avvertire il rigonfiamento del timpano nel nostro orecchio. In questa maniera, il dolore scomparirà. La compensazione potrà essere svolta anche soltanto deglutendo, se le nostre mani sono occupate.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuate l'iperventilazione solo se siete degli esperti! Il rischio di ipossia può causare danni al cervello e persino la morte!
  • Fate attenzione a non confondere l'inspirazione con l'espirazione: nel primo caso significa immettere ossigeno nei nostri polmoni, nel secondo buttiamo via l'anidride carbonica

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Come praticare la pesca in apnea

Salve a tutti in questa guida parleremo di come praticare la pesca in apnea. Vi rilascio nei vari passi passi di questa guida varie tecniche e trucchetti molto interessanti riguardanti proprio la pesca in apnea. C'è da sapere che proprio la pesca in...
Sport Acquatici

Tecniche di apnea

Questa è una semplice guida sulle tecniche per chi ha intenzione di avvicinarsi al mondo delle immersioni in apnea. È importante sapere che l'apnea, oltre ad essere uno sport a sé stante è anche uno sport propedeutico per altri sport acquatici, per...
Sport Acquatici

Come utilizzare le pinne da apnea

Uno degli sport praticata in acqua è la disciplina subacquea. Essa è considerata un'attività che necessita di una buona fisicità per quanto riguarda la resistenza motoria e polmonare. Nella maggior parte dei casi esercitata da persone allenate e...
Sport Acquatici

I migliori posti per la pesca in apnea

All'interno di questa guida, andremo a parlare di pesca. Nello specifico, in questo determinato caso, ci occuperemo di pesca in apnea. Proveremo a rispondere a questa specifica domanda: quali sono i posti migliori per praticare la pesca in apnea?Proveremo...
Sport Acquatici

Come consevare l'attrezzatura da apnea

L'estate sta arrivando, e per tutti coloro che amano lo sport dell'apnea, è arrivato il momento di tirare fuori tutta la vostra attrezzatura e per chi ancora non è in possesso di tutto l'occorrente, è arrivato il memento di comprare tutto il necessario....
Sport Acquatici

Come pescare il polpo in apnea

In tutti i mari italiani si può trovare una gran quantità di polipi nei fondali sabbiosi e in quelli rocciosi. Il polpo è un mollusco cefalopode e risulta essere una specie molto furba ed intelligente perciò nonostante esistano diverse tecniche per...
Sport Acquatici

Attrezzatura da snorkeling: suggerimenti e consigli

Lo snorkeling è un'attività acquatica che giorno dopo giorno trova sempre più appassionati. Esso consiste nel nuotare con la testa sott'acqua, per osservare le meraviglie del fondo marino, ma mantenendo il corpo in superficie o comunque a basse profondità....
Sport Acquatici

Come iniziare a praticare lo sci d'acqua

Probabilmente durante una vacanza al mare o al lago sarà capitato di osservare qualcuno cavalcare l'immensa pianura d'acqua, magari proprio mentre ci si rilassava sotto l’ombrellone. Se si è provata invidia, e si vorrebbe tentare di fare lo stesso...