Come regolare gli occhialini svedesi

Tramite: O2O 25/03/2016
Difficoltà: media
14
Introduzione

Gli occhialini svedesi sono quelli utilizzati dai nuotatori. Essi vengono chiamati svedesi perché sono nati proprio grazie ad un allenatore della squadra di nuoto svedese. I nuotatori hanno necessità di indossare gli occhialini durante le gare e gli allenamenti dal momento che non hanno la possibilità di tapparsi il naso, ne tantomeno possono tenere gli occhi chiusi per tutto il tempo che percorrono le vasche. Con gli occhialini i nuotatori ovviano a questo inconveniente. Uno stesso paio di occhialini può essere indossato da più di una persona, basta regolare l'elastico. In questa guida vi spiegherò passo per passo come regolare gli occhialini svedesi.

24

Innanzitutto, se è la vostra prima esperienza, è opportuno che io vi rassicuri sul fatto che la procedura è molto semplice e quindi non abbiate timore. Come prima cosa mettetevi davanti gli occhialini: la regolazione dell'elastico o dell'apposito filo va fatta ai lati delle lenti dove troverete gli appositi canaletti nella plastica. Vi consiglio di stare attenti all'elastico, di non giocherellarci e di non lasciare gli occhialini al sole, anche per un tempo prolungato, perché la maggior parte di essi sono delicati e tende a logorarsi e a perdere la morbidezza.

34

A questo punto, dopo aver unito le due estremità in linea, scorri le due dita per tutta la loro lunghezza fino alle punte. Lasciate circa tre centimetri/tre centimetri e mezzo alle estremità e fate il nodo ben stretto, ma non troppo perché rischiate di far spezzare l'elastico. Se più in là vorrete regolare ulteriormente l'elastico per stringerlo o per allargarlo in base alle esigenze, perché ad esempio vorrete prestarlo a qualcuno, basterà slacciare il nodo, allargare il 'primo giro' di elastico e rifare il nodo.

Continua la lettura
44

Ora prendete l'elastico e inserite un lembo al lato della lente sinistra e uno al lato di quella destra. L'elastico è lungo e va messo a doppio elastico che termina con un nodo. Quindi ricapitolando: prendete l'elastico, passate i suoi due lembi ai lati dalle lenti, regolatelo secondo la circonferenza della vostra testa, quindi indossatelo per provarlo. Dopo di ciò, dal momento che l'elastico è lungo di proposito proprio per poterci fare il doppio giro, noterete che vi saranno rimasti due porzioni di elastico penzolanti, senza essere legati. Bene, a questo punto controllate che le due porzioni siano in linea, in modo tale che dopo averle legate non ci saranno punti dell'elastico ripiegati che vi daranno fastidio quando li indosserete.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Come iniziare a praticare nuoto

Il nuoto è uno sport che fin dalle prime armi può dare grandi soddisfazioni, soprattutto se iniziato nei giusti tempi. Ma se anche da piccoli non l'avete fatto, rimane una pratica da poter cominciare a qualunque età, perché fonte di aiuto sia fisico,...
Sport Acquatici

Come proteggere la pelle dal cloro della piscina

Il cloro è un agente chimico che si utilizza per disinfettare l'acqua delle piscine.Viene utilizzato nelle piscine sportive, in quelle dei parchi acquatici e nelle acque delle spa.Un uso prolungato, come ad esempio quando i bambini passano molto tempo...
Sport Acquatici

Rafting: consigli e attrezzatura

Il rafting è uno sport, molto in voga negli Stati Uniti d'America, si è ben presto sviluppato anche nel territorio Italiano, richiamando l'attenzione non solo dei giovani, ma anche dei meno giovani e dei bambini. Se volete sapere tutto il necessario...
Sport Acquatici

Come insegnare ad un bambino lo stile libero

Il nuoto è sicuramente uno degli sport più completi poiché coinvolge la maggior parte dei muscoli del corpo e permette così uno sviluppo completo sia a livello muscolare, sia a livello strutturale e di postura. È consigliatissimo per bambini e ragazzi...
Sport Acquatici

Come allenare pettorali e braccia in piscina

Il nuoto è una tra le discipline sportive più divertenti e facili da praticare: non richiede attrezzi, non richiede capacità (se non quella di saper nuotare!) e può essere praticata in piscina in ogni periodo dell'anno. Muoversi in acqua, un elemento...
Sport Acquatici

Come iniziare a praticare lo sci d'acqua

Probabilmente durante una vacanza al mare o al lago sarà capitato di osservare qualcuno cavalcare l'immensa pianura d'acqua, magari proprio mentre ci si rilassava sotto l’ombrellone. Se si è provata invidia, e si vorrebbe tentare di fare lo stesso...
Sport Acquatici

Come iniziare a praticare windsurf

Il windsurf è uno sport acquatico tra i più affascinanti e praticati, ha raggiunto negli anni Novanta l'apice di popolarità, e ancora oggi questo sport è praticato da numerosissimi appassionati. A moltissime persone piace avere una vela tra le mani...
Sport Acquatici

Come pescare con il raglou

La pesca in mare è uno sport molto avvincente e appassionante, soprattutto se lo si pratica con costanza e dedizione. Una delle tecniche che risulta essere più redditizia in termini di catture è quella che utilizza come esca una piccola imitazione...