Come realizzare uno schema d'attacco nel rugby

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il rugby rappresenta uno sport che ha origini molte antiche ed è una disciplina sportiva molto diffusa negli Stati Uniti d'America. In pratica, possiamo distinguere tra differenti tipologie di questa attività sportiva. Per prima cosa, è doveroso citare il cosiddetto rugby union, che si disputa in squadre da quindici elementi, ed il rugby league, il quale viene svolto con tredici elementi. La distinzione deve essere eseguita perché, pur portando la medesima denominazione, almeno parzialmente, i regolamenti sono differenti. Nella nostra guida andremo a spiegare come è necessario realizzare uno schema d'attacco nel rugby.

26

A questo punto, andiamo ad illustrare gli schemi d'attacco del rugby union, che rappresenta quello più maggiormente conosciuto e diffuso nel mondo. Il gioco del rugby è definito come uno sport di situazione e di combattimento. Infatti, durante una partita è necessario avere una continua riorganizzazione, sia dal punto di vista motorio che tecnico, che costituisce la base della comprensione tra la fase di attacco e quella difesa, che caratterizzano il gioco stesso. Qualsiasi giocatore è chiamato a comprendere individualmente ed allo stesso tempo, in funzione della squadra in cui gareggia, gli elementi per eseguire la giusta strategia al momento giusto.

36

Inoltre, qualsiasi giocatore deve essere nella condizione di dare una certa continuità all'azione di gioco, in modo da poter conservare il possesso della palla nella fase di attacco, per poi garantire al portatore l'aiuto necessario prima che questi non sia più in grado di avanzare e di conservare la palla. Nel rugby, la squadra che si trova in condizione d'attacco presenta a disposizione sei tocchi di palla, in modo da raggiungere la meta finale. Questa rappresenta, ovviamente, l'obiettivo principale per guadagnare dei punti.

Continua la lettura
46

Pertanto, la finalità della squadra che si trova nella fase di difesa deve essere quella di riuscire ad intercettare il giocatore dell'attacco avversario che è in possesso della palla, tentando ad interromperne l'azione. L'azione d'attacco può essere considerata annullata se l'avversario riesce a toccare per sei volte consecutive la palla, per poi prendere possesso della stessa. In breve, è possibile pertanto affermare che lo schema d'attacco deve sfruttare i primi tre tocchi per poter guadagnare terreno utile. Infatti, gli schemi più ricorrenti che il giocatore di punta, definito anche sotto il nome di freccia, deve giocare in estrema velocità, in modo da guadagnare almeno venticinque metri di campo.

56

Restano, per concludere, altri tre tocchi a disposizione che servono alla squadra in fase di attacco per mettere in pratica gli schemi rivolti ad oltrepassare la difesa della squadra avversaria. Se si ha l'intenzione di schematizzare sinteticamente le azioni della fase d'attacco, è possibile affermare che queste considerano tre principali elementi, che riportiamo a seguire. Per prima cosa, annoveriamo gli schemi a tre con la possibilità di inserimento del quarto giocatore, il gioco a due e le qualità individuali dei giocatori. In linea di massima, tutti quanti gli schemi d'attacco devono fondarsi su questi semplici principi o regole principali. Il rugby è prevalentemente un gioco di squadra, e di conseguenza, si basa sul combattimento ma non sull'aggressività.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rugby

Come lanciare una palla da rugby

Ogni sport ha le proprie tecniche, di allenamento e di fisicità dei giocatori. La scelta verrà fatta guardando la passione nutrita nel tempo, e soprattutto valutare la predisposizione fisica, prima di scegliere e intraprendere allenamenti, consultare...
Rugby

5 falsi miti sul rugby

Il Rugby è uno sport molto tecnico e difficile, che però ha un pubblico vastissimo. La famosa palla ovale è il simbolo di questo sport che comunque non riesce ad avere il seguito che merita, almeno in Italia. Questo perché vi sono una serie di luoghi...
Rugby

5 modi per conoscere i ruoli e le regole di base del Rugby

Il rugby è uno sport di squadra molto noto su scala mondiale e non solo europea. Difatti essendo nato in Gran Bretagna agli albori del 1800, si potrebbe erroneamente pensare che possa essere rimasto confinato nel vecchio continente. Certo non ha la stessa...
Rugby

Bambini: come allenarli al rugby

Giocare a rugby può essere un modo divertente per i bambini per rimanere in forma e attivi. Dato che la versione adulta di questo sport è un'attività fisica intensa, i bambini possono avvicinarsi a questo sport attraverso diverse versioni del rugby...
Rugby

5 buoni motivi per uscire con un giocatore di rugby

Spesso i giocatori di rugby sono considerati come persone brute e senza cervello, anche perchéquale persona sana di mente deciderebbe di affrontare 80 minuti di botte, dolori e sofferenze? Beh ad essere sinceri io faccio parte della categoria e vi assicuro...
Altri Sport

Come si effettua il drop nel rugby

Il rugby è uno sport bellissimo. Duro, ma essenzialmente corretto, è capace di dare grandi emozioni con le sue azioni alla mano e i placcaggi durissimi effettuati dai difensori. Ciò che colpisce di questo sport però è che, nonostante la sua apparente...
Rugby

Rugby: regole principali

Il Rugby è uno sport praticato perlopiù nei paesi di lingua inglese (è amatissimo in Nuova Zelanda), ma negli ultimi tempi sta prendendo piede anche nella nostra nazione, riscuotendo una discreta popolarità non solo tra gli appassionati ma anche tra...
Rugby

Come diventare allenatori di rugby

Allenare una squadra di rugby è un compito tutt'altro che facile: servono professionalità, esperienza, una buona dose di pazienza e anche un pizzico di fortuna!Purtroppo il rugby non è uno sport molto praticato in Italia, ma se volete diventare allenatori...