Come pescare a trattenuta in torrente

Di: G. C.
Tramite: O2O 04/02/2015
Difficoltà: media
18

Introduzione

Nella pesca alla trota, al cavedano o al temolo in corrente è spesso necessaria la trattenuta. Non si tratta di una tecnica di pesca ma semplicemente di un modo di guidare la lenza per garantire un buon assetto del terminale in corrente quando essa è molto sostenuta. Vediamo come pescare a trattenuta in torrente.

28

Occorrente

  • Lenza in monofilo di nylon di diametro variabile tra 0.12 e 0.20
  • Pallini, cilindri, mignonette e/o torpille di piombo duro di vario calibro e peso
  • Girelle triple e moschettoni di piccole dimensioni e in ottimo stato di conservazione
  • Terminale in monofilo di fluorocarbon o nylon trasparente del diametro di 0,02 mm inferiore rispetto al trave
  • Amo da trota o da passata a gambo medio-corto del n° 8-14
38

L'equilibrio del trave e del terminale nella corrente è dato dalla piombatura. Se il suo peso è troppo basso, l'esca resterà in balia della corrente, se è troppo alto, zavorrerà l'esca tra i sassi del fondo. Tutte e due queste condizioni sono da evitare. Se la corrente è adeguata per una passata veloce (diciamo non più di 30 cm al secondo circa) si può usare una corona di pallini, se è più veloce sarà necessario il pallettone di peso maggiore. Esso fa perdere un po' di sensibilità all'azione di pesca ma risulta necessario per contrastare la corrente quando è molto forte.

48

La calibratura dei pesi va effettuata in maniera differente a seconda che si pratichi pesca col galleggiante o pesca al tocco. Nel primo caso la zavorra non deve mai pesare più dei tre quarti del galleggiante, che altrimenti affonda. Per esempio, un galleggiante da trota da 8 grammi per il periodo dell'apertura va zavorrato con 6 grammi circa di piombo concentrato nella parte bassa. Se l'esca deve scendere con decisione verso il fondo, monta pallini di peso via via decrescente verso l'alto, tutti distanziati di 1-2 cm tra loro, per una lunghezza complessiva della corona di 20 cm. È possibile pure montare pallini di uguali dimensioni ma a distanza via via crescente l'uno dall'altro: ricorda che nella pesca in torrente il peso maggiore deve stare alla base della montatura.

Continua la lettura
58

Adesso cala la lenza in modo che non vada di traverso all'asse del fiume! Il galleggiante si sposterà subito verso valle anticipando la zavorra. Così facendo però potrebbe capitare che il terminale si aggrovigli; per evitarlo effettua l'operazione lentamente e quando sta entrando in acqua il galleggiante ferma la canna e lascia passare qualche secondo così il trave zavorrato e il terminale scorreranno in avanti senza creare aggrovigliamenti. Quindi cala il galleggiante molto lentamente e fallo procedere in direzione della corrente ma senza lasciarlo in balia delle turbolenze: apri l'archetto del mulinello e tieni il trave con le dita. In base alla velocità del torrente, rilascia in maniera graduale la lenza tra le dita, facendo in modo che il galleggiante proceda verso valle ad una velocità dimezzata rispetto a quella del torrente. Potrai così notare se i pesci mangiano.

68

Attenzione alle false "toccate". Per rendere efficacie la trattenuta, la lenza deve essere sempre frenata in maniera regolare e mai a scatti. Soprattutto quando il fondale è roccioso e vi sono giri d'acqua impetuosi, oppure dove la profondità del greto sassoso diminuisce all'improvviso, devi frenare maggiormente la corsa della lenza fino quasi a fermarla. Se non lo fai, molto rapidamente la zavorra si incaglierà tra i sassi e il galleggiante, spinto in avanti dalla corrente superficiale, si piegherà in avanti e affonderà.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Anche in luoghi poco accessibili, cerca sempre di usare canne telescopiche lunghe almeno 4 metri
  • Fai attenzione: l'astina del galleggiante deve essere sollevata e mai coricata sulla superficie
  • Se l'astina è coricata, o stai trattenendo troppo, o troppo poco
  • L'astina del galleggiane indica se stai trattenendo bene e dovrebbe essere inclinata di 45° verso valle
  • La lenza che precede il galleggiante deve trovarsi fuori dal pelo dell'acqua
  • Se fai passate su un fianco della corrente, per fare "sterzare" la lenza verso riva basta aumentare la frenata
  • Ricorda che "sterzando" la lenza hai buone probabilità di trovare cavedani che mangiano tra il "vivo" e il "morto" della corrente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Come pescare gamberi di fiume

In questa guida vi insegneremo a pescare dei gamberi di fiume. Qui infatti potrete anche voi cimentarci in questa nuova tecnica e gustare anche voi questo crostaceo molto gustoso ma che è sottovalutato nei confronti del suo parente marittimo. Vi ricordiamo...
Sport Acquatici

Come pescare il cavedano

Il cavedano, è un pesce dalle grandi capacità natatorie, data la sua forma affusolata. È presente in tutta la penisola italiana, in particolare nelle acque di fondo valle. Somiglia vagamente al cefalo. Pescare il cavedano è molto divertente. È un...
Sport Acquatici

Come pescare gli sgombri

Pescare è un passatempo molto rilassante, al tempo stesso è uno sport capace di offrire moltissime soddisfazioni, tutto dipende dalla preda che si decide di catturare. La pesca dello sgombro incuriosisce ed entusiasma tantissimi pescatori, data la grande...
Sport Acquatici

Come pescare i gamberi rossi

A differenza dei comuni gamberi di fiume, i gamberi rossi sono molto più saporiti e di dimensioni notevolmente più grande rispetto al gambero comune. Pescare questo crostaceo, è semplicissimo e non richiede nessuna attrezzatura costosa o specifica....
Sport Acquatici

Come pescare il pesce palamita

La palamita è un pesce di acqua salata, della stessa famiglia del tonno. Essa presenta un corpo allungato di colore blu intenso e delle linee longitudinali scure sul ventre; queste linee permettono di non confondere questo pesce con altri suoi simili,...
Sport Acquatici

Come e dove pescare i vaironi

Il Vairone conosciuto anche come Macchiaiuola, è un pesce indigeno molto vorace, che vive in branchi nei fondali limpidi e ghiaiosi nutrendosi di piccoli invertebrati.È un pesce di piccole dimensioni, può, raggiungere una lunghezza massima di 12-13...
Sport Acquatici

Come pescare a mani nude

Nelle città di mare la pesca è un elemento molto importante.Si sta diffondendo un'attività particolare in tutto il mondo; questa attività si può considerare una moda del momento, ma anche una delle attività più antiche dell'uomo sulla terra: la...
Sport Acquatici

Come pescare con le cozze

In questo articolo imparerete ad usare le cozze per pescare. Le cozze che successivamente attacherete all'amo sono facilmente reperibili in tutte le pescherie e nei supermercati (nelle pescherie il prezzo è più alto) a buon prezzo e sono considerate...