Come innescare la sarda per la pesca a fondo

Tramite: O2O 07/08/2016
Difficoltà: media
17
Introduzione

La pesca a fondo in mare è una tecnica che si può effettuare su svariate tipologie di fondali e durante tutti i mesi dell'anno con buoni risultati anche per i meno esperti. Si tratta di una tecnica selettiva perché ricerca il pesce grufolatore (cefalo, mormora ecc.), cioè il pesce che ha l'abitudine di rimanere sul fondale, anche se non sono rare le ferrate a pesci predatori, come serra e spigola, che si cibano, tra gli altri, di piccoli grufolatori. Le esche da innescare che distinguono questa tecnica sono ulteriormente selettive, e una delle più amate dai pescatori per la loro versatilità è rappresentata dalla sarda: si tratta di un'esca di difficile innesco, ma di grande appetibilità per i pesci per via del suo odore e della sua carne grassa, capace di attirare qualsiasi preda, dal ghiozzo al tonno. Nei passaggi successivi di questa guida ci occuperemo di illustrarvi, passo dopo passo, come bisogna procedere per realizzare un perfetto innesco della regina delle esche naturali ovvero la sarda.

27
Occorrente
  • sarda
  • filo elastico
  • cavetto di acciaio con amo 2/0 o 3/0
37

Quando un pescatore sceglie come esca la sarda, significa che ha intenzione di pescare dei pesci di discrete dimensioni, che difficilmente scendono sotto i 300 grammi. Di conseguenza, anche il terminale, ovvero la parte finale e l'amo, dovranno sopportare dei carichi più che discreti. Come primo passo sarà necessario procurarsi una sarda fresca, possibilmente non congelata nè seccata o abbrustolita al sole. È bene sapere che l'approvvigionamento delle sarde risulta essere davvero molto facile durante l'estate, al ritorno dei pescherecci, ma possiamo comunque anche comprarle in pescheria e al mercato rionale del pesce. Sceglieremo quindi se utilizzarle il giorno stesso oppure mantenerle in busta chiusa se dobbiamo andare a pesca nei giorni successivi.

47

L'obiettivo principale di questa tipologia di esca è che la sarda deve essere presentata in modo tale da apparire come un innesco voluminoso, che andrà a depositarsi sul fondo e richiamerà così l'attenzione dei predatori di passaggio. L'innesco deve essere preceduto da una opportuna montatura: infatti, al termine della lenza madre, deve essere montato un peso (50-70 g a seconda della corrente) e, subito dopo, arriva il momento del terminale (tipicamente 0.40-0.50 di circa mezzo metro di lunghezza) al quale è collegato un cavetto di acciaio (20-30 cm) armato di un amo, sul quale passerà un ulteriore amo libero (all'occorrenza anche 2). La grandezza di questi ami si attesta sui 2/0 o 3/0 preferibilmente a gambo medio.

Continua la lettura
57

Una volta arrivati a questo punto è giunto il momento di innescare la sarda, ovvero quest'ultima deve essere dapprima fermata con l'amo fisso all'interno della testa e, successivamente, con quello mobile al livello della pancia. Una volta trapassata la carne, fissiamo il tutto con del filo elastico, come se si trattasse di un salsicciotto, passando e ripassando a spire incrociate tutto il boccone. Ad ogni modo, bisogna sapere che la sarda presenta solo un inconveniente: d'estate è attaccata dalla minutaglia quindi sarà necessario cambiarla ogni 15/20 minuti in maniera tale da riuscire a offrire ai predatori un pasto sempre molto appetitoso.

67
Guarda il video
77
Consigli
Non dimenticare mai:
  • oltre alla sarda dà buoni risultati anche il cefalo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Pesca con la tecnica a fondo: 5 errori da evitare

La pesca con la tecnica a fondo ha radici molto antiche ed è quasi di conseguenza molto diffusa. Brutalizzando il discorso si può dire che la tecnica consiste nel portare il terminale in pesca sul fondo, per insidiare i pesci che si cibano sul fondo...
Sport Acquatici

Tecniche di pesca dell'orata a fondo

La pesca a fondo puó essere fatta da una barca cosí come da terra ferma, impiegando lenze a mano o canne. Lo scopo di questa tecnica consiste nel portare l'esca sul fondo del mare e presentarla in maniera allettante al pesce, affinché quest'ultimo...
Sport Acquatici

Regole per costruire la montatura per la pesca dell'orata a fondo

Per chi si è da poco appassionato alla pesca e vuole cimentarsi a pescare pesci di un certo calibro, eccovi qualche consiglio su come poter costruire al meglio la montatura per la pesca dell'orata a fondo. La pesca dell'orata è abbastanza difficile...
Sport Acquatici

Come effettuare la pesca a fondo in mare

La pesca a fondo in mare è una tecnica estremamente particolare, la quale va usata nelle condizioni di mare calmo al fine di poter dare adeguati risultati, nelle ore che vanno dal tramonto all'alba. Molto diffusa, è anche una delle tecniche più antiche...
Sport Acquatici

Come pescare con la sarda

Pescare a fondo in mare è una tecnica che si può effettuare su svariate tipologie di fondali e in tutti i mesi dell'anno con buoni risultati anche per i meno esperti, è una tecnica selettivaperché ricerca il pesce grufolatore (cefalo, mormora ecc.),...
Sport Acquatici

Come costruire la montatura per la pesca dell'orata a fondo

Riconosciuta come la regina dei mari, l'orata è sicuramente uno dei pesci più pregiati e ricercati dai pescatori italiani. Se sei anche tu nella schiera di coloro che ambiscono a catturare questa preda di tutto rispetto, ti consiglio di leggere attentamente...
Sport Acquatici

Come innescare la pasta per pescare le trote

La pasta colorata e glitterata rappresenta sicuramente un'ottima esca da usare per pescare le trote che spesso, nei laghi, non vogliono saperne di camole, lombrichi, cucchiaini e artificiali vari. Ma come bisogna fare per poterla innescare in maniera...
Sport Acquatici

Come pescare il pesce serra a fondo

Negli ultimi anni, sulle nostre coste è stato registrato un aumento vertiginoso della presenza del pesce serra Il cui nome scientifico è Pomatus Saltator); questo è un pesce predatore appartenente alla famiglia Pomatomidae. Esso è abbastanza simile...