Come imparare a nuotare in stile delfino

Tramite: O2O 24/06/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quello del "delfino" (chiamato anche "farfalla"), oltre ad essere per molti il più spettacolare tra gli stili di nuoto, è al tempo stesso sicuramente altrettanto difficile e faticoso da imparare. Esso è uno stile di nuoto che prevede il doppio o addirittura il triplo del dispendio energetico dello stile libero. Bisogna essere quindi ben allenati prima di intraprendere questa tecnica di nuoto, onde evitare inutili sforzi dell'apparato cardio-respiratorio.
Vediamo insieme come iniziare a nuotare a "delfino"!

27

Occorrente

  • piscina
  • costume
  • cuffia
37

Vediamo in primo luogo in cosa consiste questo particolare stile, che ricorda proprio il movimento di un delfino. Il segreto, se cosi si può definire, per l'apprendimento del "delfino" è capire che il movimento del corpo, in questo stile, deve essere ondulatorio e la coordinazione gambe e braccia deve essere perfettamente sincronizzata al resto del moto.

47

Come ogni altro stile, fondamentale è la respirazione e come deve essere effettuata. Ad ogni bracciata ed ad ogni battuta di gambe, deve corrispondere una respirazione. Ricordiamo che essa può essere effettuata sia frontalmente che lateralmente e deve avvenire con molta cautela, onde evitare che il movimento del corpo faccia giungere l'acqua in bocca, con il conseguente rischio di penalizzare la vostra prestazione. Sarebbe meglio infatti se si è esordienti, farsi seguire nelle prime fasi da un istruttore.

Continua la lettura
57

La gambata, che deve essere effettuate sempre con un movimento ondulatorio è composta da due fasi principali: 1- "Fase discendente": è la fase dell'immersione; consiste nel far entrare le ginocchia leggermente flesse in acqua e successivamente i piedi;2-"Fase ascendente": è la fase di risalita, nella quale le gambe devono essere riportate in superficie, seguendo sempre il solito movimento ondulatorio. Evitiamo di effettuare la gambata in maniera troppo "secca" con le ginocchia troppo piegate; occorre molto allenamento per riuscire ad effettuare alla perfezione questo tipo di movimento.

67

Contemporaneamente al movimento delle gambe, vanno effettuate le bracciate; in particolare ogni due gambate corrisponde una bracciata. Le mani devono entrare in acqua simultaneamente in linea con le spalle e mantenendo gomiti e polsi leggermente flessi. In questa fase le braccia compiono un movimento simile a quello dello stile "rana", dando una spinta verso l'interno, fino ad arrivare a toccare sotto l'addome. Successivamente si ruotano le mani di 180 gradi e si spingono di nuovo le braccia in superficie per poterle di nuovo immergere ed iniziare cosi un nuovo ciclo.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • iniziare la pratica lentamente

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Consigli per imparare a nuotare

Che tu abbia deciso di imparare a nuotare o che tu voglia insegnare al tuo bambino non c'è modo migliore che trovare un bravo insegnante che sappia far passare la paura dell'acqua e che sia tecnicamente ben preparato. Tuttavia, ci sono alcuni semplici...
Sport Acquatici

5 consigli per nuotare bene a stile libero

Il nuoto è uno sport molto bello e divertente, uno sport che ci aiuta a mantenere la linea e a tonificare i nostri muscoli. Tra i vari stili di nuoto, ce ne sono alcuni molto belli e particolari, ad esempio lo stile a rana e lo stile libero. In questa...
Sport Acquatici

Come imparare a nuotare

Da piccoli non siete stati spronati abbastanza per nuotare ed ora vi sentite a disagio? Oppure non sapete come e dove praticarlo al meglio, se nel corso a nuoto libero oppure con l'istruttore? Avete paura dell'acqua e non sapete come superarla? Non preoccupatevi,...
Sport Acquatici

Come nuotare a stile libero

Molti riconoscono che il nuoto è lo sport ideale perché è completo, poco traumatico e che si può tranquillamente praticare tutto l' anno, considerato lo " sport perfetto". Se si analizzano i pro e i contro le controindicazioni sono poche e limitate...
Sport Acquatici

Consigli per nuotare più in fretta

Il nuoto rappresenta un'attività sportiva estremamente meravigliosa e completa, poiché è capace di allenare efficacemente moltissimi muscoli di tutto il vostro corpo. Esistono svariate modalità per nuotare (che vengono chiamati "stili") e, ciascuna...
Sport Acquatici

Come insegnare a nuotare ad un bambino

Nuotare è una delle sensazioni più belle che un essere umano possa provare, molto vicina alla sensazione del volo, con la differenza però che l'uomo non è nato per volare, ma per nuotare si. Del resto il nuoto è anche un'ottima terapia per il benessere...
Sport Acquatici

Come nuotare a Rana

Imparare a nuotare a Rana rappresenta, sicuramente, il cruccio di molti appassionati nuotatori "del tempo libero" e non soltanto. A seguire, andremo a vedere come si fa. La Rana è senz'altro uno degli stili più complicati da praticare, sia per quanto...
Sport Acquatici

Come nuotare a dorso a doppia bracciata (o simmetrico)

Tra i molteplici stili di nuoto che possono esistere, ora vorrei parlarvi di come nuotare a dorso a doppia bracciata. Al contrario di quello che si pensa, questo stile non è tra i più complicati; infatti essendo simmetrico ha il vantaggio che il movimento...