Come guidare la moto in montagna

Tramite: O2O 12/07/2016
Difficoltà: media
16
Introduzione
Come guidare la moto in montagna

La motocicletta per molti di noi è una vera passione! C'è chi la ama per le velocità che riesce a raggiungere, chi ama prendersene cura con se fosse una persona amata e fidata, chi passa le giornate a personalizzarla e lucidarla; ma tutti noi l'amiamo sopratutto per il senso di libertà che ci trasmette. Saliamo in sella e ci sentiamo padroni di noi stessi e del mondo! La velocità senza dubbio ci trasmette l'adrenalina di cui abbiamo bisogno, ma la motocicletta da strada offre molto di più se i percorsi che scegli sono di montagna, forse meno veloci, ma dove chi guida può esprimere meglio la propria abilità.

26
Occorrente
  • Buona esperienza di guida
  • Una motocicletta di grossa cilindrata adatta al turismo
36

Se ti piace percorrere quelle strade più impegnative, ma che offrono molto più divertimento rispetto alle semplici corse su percorsi lineari, e disponi di una motocicletta da turismo, dirigiti senza alcuna esitazione verso i più vicini luoghi di montagna.
Queste zone risultano più ardue da attraversare perché, avvicinandosi a valle, ti troverai ad affrontare i primi dislivelli.
Che tu sia solo, o con un compagno di avventura, non dimenticare mai che la sicurezza è di fondamentale importanza, sia per salvaguardare la propria vita, sia per quella della persona che ci accompagna.
Quindi casco in testa, anche se fa caldo, e faro anteriore acceso.

46

Ricorda che non conosci la strada che stai praticando, quindi è inutile arrivare da una salita verso un tornante, frenando a ridosso del tornante stesso.
Mantieni una velocità moderata e costante, evitando brusche frenate o accelerate improvvise. Inizia sempre la staccata per tempo, il che vuol dire che devi arrivare al tornante nella condizione adeguata. Se è necessario, infatti, devi essere in grado di fermare la moto in non più di una ventina di metri.
Non pensare di poter utilizzare, dopo aver percorso il punto di corda della curva, tutta la strada in uscita perché spesso, le curve di montagna sono "cieche" e, nascondono insidie, come automezzi o pozzanghere di acqua improvvise.

Continua la lettura
56

In salita conviene utilizzare marce basse perché queste sono in grado di garantire un regime adeguato al motore senza riscaldarlo eccessivamente.
In discesa attento a non esagerare con i freni, per evitare lisci da surriscaldamento o bloccaggi, che possono essere molto pericolosi: si potrebbe perdere il controllo del mezzo e così rischiare di cadere. Usa con cautela il freno anteriore per gestire l'inserimento in curva. Per rallentare o bloccare serviti del freno posteriore.
Tieni conto che se la ruota anteriore scivola puoi fare ben poco, ma, al contrario, se è la ruota posteriore a scivolare, puoi recuperare l'equilibrio anche con l'utilizzo dell'acceleratore.
Tieni a mente che uno dei pericoli dei percorsi montani è che puoi, dopo un tornante, trovare sassi in mezzo alla strada che devi poterti fermare, prima di colpirli e cadere. Ora che sai tutto questo puoi saltare in sella e partire per la tua gita!

66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Cerca di guidare sempre concentrato e ricorda di viaggiare a velocità moderata.
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Motori

Come guidare una moto da enduro

L'enduro è una pratica sportiva che si compie in sella a delle moto, perfettamente in regola con il codice della strada, in grado di affrontare percorsi sterrati di lunghezza mutevole o semplicemente strade asfaltate. Essendo un' attività dedita al...
Motori

Come guidare un quad

Il Quad, o All Terrain Vehicle, fa parte di una nuova generazione di veicoli che, pur avendo quattro ruote motrici e propulsori molto potenti, rientra nella categoria delle motociclette. Inizialmente fu pensato per il solo trasporto di persone e cose...
Motori

Come diventare pilota di moto da trial

La disciplina del Trial motociclistico, è nata in Inghilterra all'inizio del secolo, per poi apparire negli anni sessanta anche in Italia. Si presta particolarmente ad un agonismo a livello amatoriale, anche se vengono disputate competizioni con in palio...
Motori

Motocross: eseguire i salti

Per una persona che pratica il motocross eseguire i salti è una delle più importanti sfide da superare. Con molta pazienza e tante ore di allenamento sarete in grado anche voi di eseguirli. Certo, qualche caduta è sempre da mettere in conto, ma non...
Motori

Come fare una buona partenza in gara motocross

Nel motocross, una buona partenza al cancelletto, può valere una vittoria, perché permette di avere pista libera, senza polvere e, sassi scagliati dalle ruote delle moto avversarie. La difficoltà maggiore, è data dal cancello meccanico dietro il quale...
Motori

Come correre una cronoscalata motociclistica amatoriale

Fin dal lontano 1959, le corse in salita sono state per decenni la palestra dei nostri campioni motociclistici. Al giorno d'oggi si tratta principalmente di una tipologia di gara effettuata soprattutto da motociclisti amatoriali, costretti a limitarsi...
Motori

Come iniziare a praticare il motocross

Il motocross, la competizione motociclistica off-road mondiale, prese piede in Inghilterra dopo la prima guerra mondiale, ed era meglio conosciuta come scambling. I veicoli utilizzati sono sostanzialmente moto da strada, che vengono montate per correre...
Motori

I 5 migliori motori diesel BMW

Ormai di case automobilistiche ne esistono moltissime, ma non tutte hanno il pregi di realizzare vetture ben fatte e dai dettagli curati. E uno di questi aspetti, per una macchina che si rispetti, è senza dubbio l'aspetto meccanico, infatti un buon motore...