Come fare il nodo alla cintura di Karate

Tramite: O2O 10/12/2015
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chiunque abbia mai praticato una la nobile arte marziale del karate, sa bene quanto siano importanti l'ordine e la disciplina che il karateka dovrà dimostrare sia tramite il comportamento che dall'estrema cura del suo abito di allenamento e combattimento, o karate-gi, composto da una giacca (uwagi), un pantalone (zubon) e un cintura (obi). Sopratutto la cintura è molto importante perché dal suo colore si evince il livello di abilità raggiunto da chi la indossa. I colori della cintura sono in tutto 9, partendo dal bianco per arrivare al nero, a cui vanno aggiunti come ulteriori livelli di abilità tutte le cinture che vanno dal primo al decimo dan. I passaggi di livello possono essere ottenuti solo superando un esame specifico il cui l'atleta dovrà dimostrare di avere determinate conoscenze sia teoriche che pratiche della disciplina del karate. Una cosa che ogni karateka dovrà essere in grado di fare è il nodo alla propria cintura. Ecco quindi una guida su come fare il nodo alla cintura di karate per aiutare i principianti di questa disciplina ad essere impeccabili dinanzi alloro maestro fin dalla primissima sessione di allenamento.

26

Prima di procedere a descrivere passo dopo passo come si allaccia la cintura, vediamo insieme in cosa consiste e che significato ha questo indumento nel karate. Come abbiamo anticipato sopra, la cintura del karateka si chiama "obi" e corrisponde ad una fascia di cotone doppio colorata di colori diversi che si usa, fondamentalmente, per stringere i due lati della giacca. Essa venne introdotta nel 1200, quando l'abito di chi praticava il karate non prevedeva l'uso di pantaloni, dunque occorreva qualcosa che tenesse ben chiuso il kimono; il nodo doveva essere quindi molto saldo per impedire alla giacca di aprirsi durante il combattimento. Da allora la cintura ha assunto molteplici funzioni, oltre a quelle di chiudere la giacca: durante il combattimento serve ad indicare all'avversario il punto esatto del vostro baricentro e aiuta nell'apprendimento delle tecniche di respirazione.

36

Stando a quanto detto sopra, appare chiaro che Il punto esatto in cui posizionare la fascia corrisponde proprio al baricentro del vostro corpo. Prima di fare il nodo, il karateka dovrà quindi sovrapporre il centro esatto della cintura al suo baricentro (dunque più o meno all'altezza dell'ombelico) facendo poi passere i due lembi sul retro del corpo, dove andranno ad incrociarsi; riportando subito i due lati sul davanti al punto di partenza. A questo punto, se la fascia è stata ben sistemata, le due estremità saranno ben sovrapposte: quella sotto andrà quindi lasciata cadere, mentre l'altra andrà passata sopra e annodata a tutti gli strati che si sono formati. Dopodiché si sovrapporranno ancora le due estremità, questa volta in senso contrario, fermandole alla fine con un secondo nodo, il quale però dovrà essere fatto senza passare sotto tutti gli strati. A questo punto non resterà che tirare con forza le due estremità, avendo cura di stendere i due lembi in senso orizzontale e non verticale, per conservare la forma caratteristica dell'obi.

Continua la lettura
46

Esiste un secondo metodo, sicuramente molto più pratico, che di sicuro farà storcere il naso agli amanti della tradizione. Due Consiste nel piegare la fascia in due metà esattamente uguali e di avvolgerla in questo modo intorno alla vita, avendo cura che i lembi si sovrappongano. A questo punto piegate l'estremità sinistra intorno alla vita e fate passare la destra sotto i due strati. Infine si fa passare l'estremità sinistra sotto la destra, si tirano i lembi e il nodo è terminato. Una variazione a questo metodo consiste nel decidere di partire con le due estremità di lunghezze diverse: il procedimento sarà lo stesso, la differenza è che mantenendo le estremità di pari lunghezza lavorerete a con entrambi i lembi, mentre utilizzando lunghezze diverse muoverete solo il lembo più ungo, lasciando fermo quello più corto.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Annodare un obi è un esercizio di pazienza quindi mentre eseguite il nodo siate concentrati e sopratutto non abbiate fretta!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Sport

Come diventare cintura gialla

Gli sport di lotta più conosciuti al mondo sono il karate, il judo ed il taekwondo. Diventare cintura gialla in una di queste discipline non è il massimo, ma presenta comunque una certa dignità. In questo articolo spiegheremo come è possibile diventare...
Altri Sport

Come allenarsi seguendo un buon programma di karate

Il karate è un'arte marziale, di origine giapponese, che prevede l'utilizzo delle sole mani come arma di difesa personale. Di questa disciplina ne esistono vari stili, tutti contraddistinti da particolari peculiarità che li rendono unici. La sua pratica...
Altri Sport

Come fare un nodo semplice per amo a paletta od occhiello

In questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo come effettuare un nodo alla lenza della canna da pesca che, a nostro parere, è il più semplice da eseguire. Questo genere di nodo può essere utilizzato nell'amo a paletta ed anche in quello ad...
Altri Sport

Come ottenere la cintura nera di Judo

Il judo è una pratica sportiva davvero affascinante. Oltre a mentenere il fisico sportivo e allenato, serve anche ad allenare la mente. Insegna il rigore verso le regole e il rispetto verso l'avversario. Ma come funziona il judo? Il livello dell'atleta...
Altri Sport

Come realizzare un nodo ad asola per la pesca

Al mare, al lago o nei torrenti di montagna, la pesca da sempre ha appassionato migliaia di persone che con orgoglio e devozione hanno tramandato ai loro figli trucchi e segreti per utilizzare al meglio attrezzature, esche e, sopratutto, per realizzare...
Altri Sport

Le cinture nelle arti marziali

Con arte marziale intendiamo quella disciplina che ci insegna a combattere, composta da tecniche codificate. In antichità le arti marziali avevano una valenza anche morale, oltre che uno scopo difensivo (quando venivano usate a fini bellici), ma la componente...
Altri Sport

Arti marziali: le tecniche

Le Arti Marziali sono il connubio tra passato e modernità. Nate principalmente in Oriente, il fulcro su cui si basano tutte le discipline marziali, è quello del combattimento; nonostante esso, a secondo del luogo, del periodo storico e dello stile praticato,...
Altri Sport

Come combattere come Goku

Quanti dei nostri utenti non conoscono il famigerato Dragon Ball? È facilmente credibile che chiunque conosca le avventure di questo personaggio davvero mitico! Per chi non lo conoscesse spieghiamo che Son Goku è il protagonista dei manga e dell'universo...