Come effettuare la virata in stile rana

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nell'ambito del nuoto in vasca, tutti i vari stili hanno in comune la necessità della virata, che deve essere più veloce e precisa possibile, per evitare squalifiche o perdite di tempo.
La guida che segue, in particolare, spiega come si realizza il cambio di direzione quando si sta nuotano in stile rana. Per effettuare in maniera perfetta la virata ed evitare squalifiche, se si è in gara, è necessario rispettare alcune regole fondamentali. Una virata ben eseguita, d'altra parte, può costituire un punto di forza soprattutto in uno stile non particolarmente rapido come quello a rana.

25

Come primo passo, occorre tener conto che per effettuare il cambio di direzione in stile rana, si deve necessariamente toccare il bordo vasca con entrambe le mani, poste alla medesima altezza, al fine di non incorrere in una squalifica, qualora si stia affrontando una gara.
Partendo dalla fase di avvicinamento al bordo, è necessario tenere la testa abbassata e tentare di allungare quanto necessario l'ultima bracciata affinché si possa raggiungere, senza particolari problemi, il muro con entrambe le mani. In questa tutto il corpo risulterà essere completamente immerso in acqua.

35

Seguendo il movimento dello stile rana, spingendo dall'ultima "gambata" che si è effettuato, vale a dire il movimento delle gambe tipico di questo stile che ricorda per l'appunto quello utilizzato dall'anfibio, si raggiungerà il bordo vasca in posizione allungata, con entrambe le braccia protese in avanti e le gambe distese all'indietro. È, quindi, in questo punto che deve iniziare la preparazione alla virata: si procederà così a toccare il muro con entrambe le mani e subito dopo iniziare il cambio di direzione.
Non appena sarà stato effettuato il tocco, per una migliore resa occorre dare una spinta con l'addome per direzionare le gambe, tenendo le ginocchia piegate verso il bordo. Il movimento deve essere molto veloce per risultare fruttuoso: le gambe passeranno così sotto al corpo dell'atleta, mentre il tronco superiore sarà rivolto verso il centro vasca, pronto per ripartire.

Continua la lettura
45

Lasciato il muro dapprima con la mano sinistra, subito dopo occorrerà portare il braccio sinistro, passando con la mano vicino all'addome, in posizione tesa verso il centro vasca. Per la natura del movimento questa operazione sarà effettuata con il corpo ruotato di fianco dalla parte sinistra. Successivamente dovrà essere allontanata dal bordo anche la mano destra, mentre col braccio sinistro dovrà effettuarsi un movimento semicircolare verso l'alto, fuoriuscendo e rientrando in acqua anche con la bocca per prendere aria per poter effettuare la successiva fase di apnea.

55

Appena prima di concludere il movimento con il braccio destro, le piante dei piedi dovranno aver raggiunto il bordo vasca: è necessario, al fine di ottenere una buona velocità, dare una spinta vigorosa con i piedi, tale da ricevere una accelerazione abbastanza forte. Una volta completato il movimento descritto, occorre unire le mani per ridurre la forza di attrito con l'acqua e stenderle bene sopra la testa; inoltre, con l'aiuto degli addominali, bisogna iniziare a roteare per ottenere la posizione diritta con il viso rivolto verso il fondo vasca.
A questo punto, durante la fase di apnea, le braccia dovranno essere distese e allungate, sempre mantenendole tese ed unite. Le gambe risulteranno in questa fase ferme, ma non appena comincerà ad affievolirsi la fase di spinta, e dunque si starà perdendo velocità, è necessario riprendere la bracciata, riemergendo e riprendendo così la nuotata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Come eseguire la virata nel nuoto

Nuoto che passione! Uno degli sport più belli del mondo, nel quale l'uomo negli ultimi anni è progredito tantissimo e sta rapidamente superando ogni record. Come ben si sa, il nuoto olimpico si manifesta in quattro stili: stile libero (crawl), rana,...
Sport Acquatici

Come nuotare a Rana

Imparare a nuotare a Rana rappresenta, sicuramente, il cruccio di molti appassionati nuotatori "del tempo libero" e non soltanto. A seguire, andremo a vedere come si fa. La Rana è senz'altro uno degli stili più complicati da praticare, sia per quanto...
Sport Acquatici

Nuoto: tecnica della rana

La rana fa parte dei quattro stili ufficiali del nuoto, che comprendono anche lo stile libero, il dorso e il delfino (farfalla per la categoria donne). Viene così definito perché ricalca la nuotata dell'omonimo anfibio. Lo stile rana è particolarmente...
Sport Acquatici

Le regole del nuoto

Il nuoto è un'attività sportiva che permette di potersi muovere nell'acqua. Da qui, si può dire che ha diversi scopi. Il principale scopo per cui si pratica il nuoto è il soccorso, ma può essere praticato per svariati motivi, che vanno dalla semplice...
Sport Acquatici

Nuoto: regole della FIN

Il regolamento della Federazione Italiana Nuoto è basato su quello della FINA e regola tutte le competizioni agonistiche, sia a livello regionale che nazionale. È articolato in tredici parti, che prescrivono le regole della direzione delle manifestazioni,...
Sport Acquatici

5 consigli per nuotare bene a stile libero

Il nuoto è uno sport molto bello e divertente, uno sport che ci aiuta a mantenere la linea e a tonificare i nostri muscoli. Tra i vari stili di nuoto, ce ne sono alcuni molto belli e particolari, ad esempio lo stile a rana e lo stile libero. In questa...
Sport Acquatici

Come imparare a nuotare in stile delfino

Quello del "delfino" (chiamato anche "farfalla"), oltre ad essere per molti il più spettacolare tra gli stili di nuoto, è al tempo stesso sicuramente altrettanto difficile e faticoso da imparare. Esso è uno stile di nuoto che prevede il doppio o addirittura...
Sport Acquatici

Come nuotare a stile libero

Molti riconoscono che il nuoto è lo sport ideale perché è completo, poco traumatico e che si può tranquillamente praticare tutto l' anno, considerato lo " sport perfetto". Se si analizzano i pro e i contro le controindicazioni sono poche e limitate...