Come allevare i bigattini per la pesca

Di: Chiara A.
Tramite: O2O 18/05/2016
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Avere sempre un'esca a portata di mano, qualora si decidesse anche all'ultimo momento di andare a pesca, non è un desiderio così irraggiungibile come può sembrare. Infatti, attraverso i passi successivi di questa guida imparerete a procurarvi le larve senza essere obbligati a comprarle in un negozio. Oggi, in particolare, impareremo ad allevare i bigattini, andando a creare proprio un piccolo allevamento domestico. I cosiddetti bigattini sono delle larve della mosca carnaria (scientificamente denominata Sarcophaga Carnaria): si tratta di quella mosca leggermente più grande rispetto a quella comune, caratterizzata dall'avere un corpo con delle sfumature di colore verde, a volte brillante. È un'esca molto richiesta dai pescatori grazie alla voracità con la quale viene mangiata dalle prede, per la facile reperibilità, ma anche per il basso costo.

27

Occorrente

  • frattaglie di carne
  • Scatola di plastica
  • Barattolo con tappo o scatolina con chiusura
37

Innanzitutto, bisogna sapere che la mosca carnaria depone le sue uova nella carne in putrefazione, quindi, il primo passo da compiere per iniziare il nostro allevamento è sicuramente quello procurarsi della carne. Davvero ottimo sarebbe avere in casa un pezzo di carne in frigorifero da molto tempo, in caso contrario è possibile chiedere al macellaio di fiducia degli scarti. Dopodiché, la carne deve essere riposta all'interno di una scatola di plastica dai bordi alti, deve essere messa all'aperto e, infine, bisognerà aspettare qualche giorno.

47

Quando le frattaglie cominceranno ad andare in decomposizione arriveranno le prime mosche a deporre le loro uova. Nel giro di pochi giorni le uova si schiuderanno e le larve cominceranno a cibarsi della carne in putrefazione. La carne putrefatta è colma di batteri e funghi e, per questo motivo, negli allevamenti industriali le larve vengono nutrite con delle farine particolari e disinfettate con soluzioni di ammoniaca. A casa, però, sono lavori difficilmente replicabili e normalmente le larve vengono lasciate nella carne, anche se, sotto l'aspetto prettamente igienico, questo tipo di allevamento domestico non è molto consigliato. Le larve crescono nel giro di pochi giorni, dipende dalla temperatura esterna, ma solitamente si va dai tre ai sette giorni. Saranno pronte quando avranno raggiunto una lunghezza di circa dieci/quindici millimetri e un colore avorio. Le larve, inoltre, tenderanno a scurirsi sempre di più, giorno dopo giorno, sino al sopraggiungere della metamorfosi.

Continua la lettura
57

Per la conservazione delle larve è sufficiente avere una scatolina o un barattolo con un tappo posto a chiusura. Nel tappo andranno fatti dei forellini per permettere all'ossigeno di entrare. Ovviamente andranno utilizzate nel giro di pochi giorni poiché la metamorfosi sopraggiungerà in breve tempo. Molti allevatori, per ovviare a questo problema, mettono le larve ad una temperatura molto bassa, in maniera tale da poter così arrestare il naturale processo di sviluppo della larva. Le istruzioni necessarie all'allevamento di queste esche sono concluse, ma è importante ricordare che questa metodologia di allevamento domestico di mosca carnaria è scarsamente igienica poiché, come abbiamo già detto, nella carne putrefatta vi sono milioni di batteri. È di fondamentale importanza sapere, infatti, che questo insetto (e le sue larve) è portatore di numerose malattie. Industrialmente le larve vengono allevate lontane dalla carne decomposta: le mosche vengono attirate dalla cadaverina e le larve vengono nutrite con delle farine speciali. Ovviamente è altamente sconsigliato l'uso di larve allevate in questo modo per l'alimentazione di animali insettivori. Spesso, inoltre, viene proibito l'uso del bigattino come esca perché mortale per i salmonidi. Consigliamo, dunque, questo rimedio, in casi isolati e rari, in maniera tale da non creare un ambiante igienicamente poco salutare.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate allevamenti domestici in quanto non sono igienicamente salutari
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Come usare i pasturatori per la pesca

La pesca è un hobby amato da moltissimi italiani. Oggi le tecniche di pesca specialmente quelle professionali si sono molto evolute specialmente nel campo dell'individuazione dei banchi di pesci. A livello amatoriale però si possono utilizzare degli...
Sport Acquatici

Tecniche di pesca dell'orata a fondo

La pesca a fondo puó essere fatta da una barca cosí come da terra ferma, impiegando lenze a mano o canne. Lo scopo di questa tecnica consiste nel portare l'esca sul fondo del mare e presentarla in maniera allettante al pesce, affinché quest'ultimo...
Sport Acquatici

Le basi della pesca a traina

La pesca a traina è una delle più famose tecniche di pesca sportiva che molte volte fanno vedere anche in tv. Questo metodo sportivo di pesca consiste nel navigare trainando delle esche così da prendere pesci vivi in velocità mentre si naviga con...
Sport Acquatici

Come praticare la pesca in apnea

Salve a tutti in questa guida parleremo di come praticare la pesca in apnea. Vi rilascio nei vari passi passi di questa guida varie tecniche e trucchetti molto interessanti riguardanti proprio la pesca in apnea. C'è da sapere che proprio la pesca in...
Sport Acquatici

Come scegliere la canna da pesca adatta a te

Stare a contatto con la natura è una delle cose più belle che ci siano in quanto possiamo rilassarci, svuotare la mente e stare in pace con te stesso. Fare questo tipo di esperienze diventa ancora più bello soprattutto se la si fa coltivando una passione...
Sport Acquatici

Pesca in fiume: tecniche

La pesca è un hobby che non passa mai di moda. Con i dovuti permessi è possibile pescare in fiumi che pullulano di pesci e ottenerne un bel 'bottino'. In questo ambito però vi sono diverse tecniche che permettono di rendere più proficua la 'resa'....
Sport Acquatici

Come lanciare una canna da pesca

Da sempre, la pesca è uno sport amato da moltissime persone. La pesca, è noto, è uno sport, ma anche un hobby che, per essere praticato, ha bisogno di molta pazienza e di molta attenzione. Infatti, non sempre i luoghi in cui si va a pesca sono particolarmente...
Sport Acquatici

Le principali tecniche di pesca in mare dalla barca

La pesca in barca è un passatempo molto apprezzato sopratutto dai pescatori che amano cimentarsi in nuove avventure. Infatti la pesca dalla costa può dare dei risultati meno fruttuosi rispetto alla pesca con la barca. Ma quali sono le tecniche da utilizzare?...