Come allenare pettorali e braccia in piscina

Tramite: O2O 07/08/2015
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il nuoto è una tra le discipline sportive più divertenti e facili da praticare: non richiede attrezzi, non richiede capacità (se non quella di saper nuotare!) e può essere praticata in piscina in ogni periodo dell'anno. Muoversi in acqua, un elemento 816 volte più denso dell'aria, permette ai muscoli di acquistare potenza. Non solo, il nuoto rinforza il sistema immunitario e permette di scaricare tensione e stress. Ogni stile del nuoto presenta benefici differenti. Per allenare e tonificare i pettorali e le braccia gli stili consigliati sono: DELFINO, DORSO, RANA, LIBERO. Seguite questa guida per vedere come fare.

26

Occorrente

  • Piscina.
  • Occhialini.
  • Cuffietta.
36

Lo stile "delfino" è senza dubbio uno dei più faticosi. Prevede un movimento sincronizzato e coordinato tra gambe, braccia. Esso coinvolge soprattutto petto, braccia e addominali. È lo stile che richiede maggiore forza fisica ed esperienza quindi, per chi volesse avvicinarsi al nuoto per la prima volta, è consigliabile sperimentare altri stili più semplici prima di cimentarsi nel "delfino".

46

Lo stile "dorso" è, invece, uno stile semplice e meno faticoso da praticare in quanto, data la posizione supina, permette allo sportivo di fermarsi e riposarsi in modo da rigenerare le proprie energie. In questo stile di nuoto il capo è rivolto verso l'alto e quindi non è possibile guardare il bordo piscina verso cui ci si sta avvicinando. Nonostante la semplicità del nuoto a dorso, vengono stimolate molte fasce muscolari tra cui schiena, glutei e soprattutto pettorali grazie al movimento continuo delle braccia che, a loro volta, saranno in continuo allenamento.

Continua la lettura
56

Lo stile "rana", come suggerisce il suo nome, è ispirato al movimento della rana: il nuotatore dovrà posizionarsi a pancia in giù, con le braccia in avanti in modo da poterle aprire verso l'esterno e le ginocchia allargate e verso le braccia, per poter compiere dei movimenti di "spinta dell'acqua" e causare lo spostamento. Braccia e gambe devono muoversi, come sempre, in modo sincronizzato. Questo stile aiuta lo sviluppo dei muscoli pettorali e delle braccia.

66

Lo "stile libero" è il più diffuso e veloce. La posizione da assumere è a pancia in giù e lo spostamento avviene muovendo, alternatamente, le braccia mentre in contemporanea i piedi si muovono rapidamente su e giù. È importante imparare a sincronizzare la posizione del volto: bisogna guardare verso destra quando il braccio sinistro è proteso in avanti e viceversa. È uno stile che coinvolge soprattutto spalle e braccia mentre, per chi volesse sviluppare i pettorali, non risulta particolarmente efficace.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Come allenare le gambe per il nuoto

Il nuoto è uno sport molto importante, praticabile a tutte le età, perché permette di coordinare in modo perfetto il proprio corpo durante la moltitudine di esercizi che possono essere realizzati mentire si e in acqua come il movimento elle gambe.Per...
Sport Acquatici

Come organizzare l'allenamento in piscina

L'attività fisica è molto importante se si desidera mantenersi in salute e in forma, ed il nuoto è lo sport più indicato a cui dedicarsi. A suo vantaggio figurano due fattori essenziali: può essere praticato a qualsiasi età ed è uno sport completo...
Sport Acquatici

Come preparare il borsone per la piscina

Se hai iniziato a praticare nuoto ma non sai come preparare il borsone per la piscina, niente paura, di seguito vi daremo una mano per aiutarvi nell'acquisto del borsone adatto alla piscina e su cosa inserire dentro di esso. Una semplice e sintetica guida...
Sport Acquatici

Come costruire la resistenza per fare nuoto in piscina

Il nuoto è uno sport che allena in modo uniforme tutto il corpo se svolto in modo conforme privilegiando principalmente le spalle. Con un allenamento costante e particolari tecniche di nuoto, la resistenza puó essere migliorata ed aumentata. In questa...
Sport Acquatici

Come proteggere la pelle dal cloro della piscina

Il cloro è un agente chimico che si utilizza per disinfettare l'acqua delle piscine.Viene utilizzato nelle piscine sportive, in quelle dei parchi acquatici e nelle acque delle spa.Un uso prolungato, come ad esempio quando i bambini passano molto tempo...
Sport Acquatici

Come Scegliere E Utilizzare La Cuffia In Piscina

Il nuoto è lo sport più completo dal punto di vista fisico, infatti sono impegnati nel lavoro tutti i muscoli del corpo umano;La sua pratica è indicata a persone di qualsiasi età ma specialmente per ragazzi in età di crescita al fine di permettere...
Sport Acquatici

Come aumentare il tono muscolare in piscina

L'allenamento in piscina è un ottimo modo per aumentare il tono muscolare, perdere peso e ritrovare una forma fisica ideale. L'acqua, infatti, esercita sul corpo in movimento un'intensa azione di resistenza, richiedendo uno sforzo maggiore per contrastarla....
Sport Acquatici

Acqua spinning: guida ai benefici

È una delle attività acquatiche più in voga del momento, seconda solo alla conosciutissima a seguitissima Zumba: stiamo parlando dell'Acqua Spinning. L'acqua spinning, definita anche spesso hydrobike, è una delle discipline di gruppo più richieste...