Salto in lungo: tutte le regole

di Unknown Unknown tramite: O2O difficoltà: media

Il salto in lungo è uno sport che rientra nelle discipline dell'atletica leggera. Questo sport viene praticato in maniera non molto approfondita nelle varie scuole, e generalmente non tutte le regole sono spiegate in modo corretto. Chi vuole dedicarsi a quest'attività sportiva deve mettere in preventivo che richiede una particolare attenzione la cura dello sforzo fisico, in quanto viene sollecitata la parte muscolare. Il salto in lungo necessita, quindi, di un costante allenamento in palestra ed un adeguato riscaldamento, per evitare problemi osteo muscolari, come stiramenti, crampi, contusioni o slogature. In questa guida, vedremo tutte le regole di questo sport.

1 Il salto in lungo può essere suddiviso in quattro fasi. La prima è la rincorsa, che necessita di una certa velocità, in quanto andrà ad influire sulla seconda fase, che è quella dello stacco. Quest'ultima deve essere effettuata con un ampio slancio ad arco, in modo da non varcare la linea che lo delimita. A seguire viene il volo, che deve essere attuato in un certa posizione di slancio, con braccia e gambe in posizione aerodinamica, volte in avanti. Infine vi è la fase dell'atterraggio, che avviene con il richiamo delle gambe verso il corpo.

2 Come in ogni sport, gli atleti che si avvicinano a questa disciplina devono conoscere le regole alla perfezione. Ognuno di loro durante la gara può effettuare un massimo di tre tentativi, che non vengono eseguiti in sequenza, ma a rotazione con tutti gli altri atleti. Il sorteggio viene effettuato dai giudici prima delle gare stesse. Durante questi tre tentativi si può verificare l'annullamento del salto, nel caso in cui il concorrente, dopo aver effettuato la rincorsa, nella fase di stacco supera con il piede la parte delimitante la pedana di stacco.

Continua la lettura

3 Vediamo, ora, in che come il direttore di gara convalida un salto o meno.  Il giudice che si trova di fronte alla pedana, mostra la bandiera rossa, nel caso di un salto nullo Approfondimento Come si esegue il salto in alto (clicca qui) Se, invece, lo stacco fosse regolare, entro la linea che lo delimita, il giudice alza la bandiera bianca.  In questa fase il giudice inizia la misurazione del salto, che va dalla pedana di stacco fino all'ultima impronta che viene lasciata dall'atleta nella vasca di sabbia nell'atterraggio.  Per riuscire ad effettuare un atterraggio il meno arretrato possibile, è molto utile tentare di cadere sui talloni.  Questo atterraggio si può tranquillamente notare guardando gli atleti che gareggiano in competizioni internazionali di un certo livello, come le Olimpiadi.  Qualora due o più atleti dovessero effettuare la stessa misura di salto, per stabilire il vincitore è necessario esaminare le seconde migliori misure che hanno fatto.  Quindi, è molto importante eseguire tutti e tre i salti nel miglior modo possibile, prendendo in cura ogni minimo particolare.

Salto in alto: Come allenarsi Una delle discipline appartenenti all'atletica leggera, che maggiormente ha regalato ... continua » Come si effettua il salto in alto alla Fosbury Il salto in alto, è una specialità estremamente tecnica. Per poter ... continua » Come Eseguire Un Salto Del Tre Sul Ghiaccio Come eseguire un salto del tre sul ghiaccio??.. Il ghiaccio è ... continua » Come allenarsi per il salto in lungo Il salto in lungo è una delle specialità dell’atletica leggera ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Atletica: salto ad ostacoli

Il salto ad ostacoli è una disciplina che fa parte dell'atletica leggera. Essa consiste nel percorrere una distanza determinata dove sono presenti alcune barriere ... continua »

Come iniziare a fare BMX

Il BMX è un modo di andare in biciletta simile al motocross. Richiede molta manualità, soprattutto se volete competere in gare ufficiali, ricche di ostacoli ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.