Le regole del curling

di Ni. Ca. tramite: O2O difficoltà: media

Il curling è uno sport dinamico e affascinante, molto noto in paesi come Gran Bretagna, Scandinavia, Stati Uniti d'America e Canada, ma ancora relativamente sconosciuto in Italia.
Questo gioco ha origini antiche: si ritiene, infatti, che il merito della sua invenzione vada alla Scozia dei primi anni del 1500. Introdotta come disciplina olimpica dal 1924 al 1932, tale attività agonistica è stata ripresa in quest'ambito solo molto tempo dopo, precisamente nel 1998.
Le Regole del Curling non sono molte e, di seguito, le sintetizzeremo, vedendo assieme come si svolgono le principali azioni di questo gioco.

Assicurati di avere a portata di mano: Attrezzatura da curling

1 Il curling è uno sport di squadra, in cui si affrontano due diversi team composti da 4 elementi ciascuno.
Il gioco si svolge su una superficie ghiacciata e l'obiettivo da raggiungere è quello di centrare un bersaglio (la c. D. "casa") disegnato sul campo, utilizzando dei blocchi di granito dotati di manico (detti "stones"), ognuno dei quali pesa 19,96 kg. Il campo di ghiaccio viene anche chiamato "rink" e come dimensioni si aggira attorno ai 45 metri di lunghezza e ai 4,4 metri di larghezza.
Alle due estremità opposte del rink sono presenti due "case" costituite da tre cerchi concentrici di colore differente (rispettivamente, in ordine decrescente: blu, bianco e rosso). Il centro di questi bersagli è denominato "tee" e viene individuato dall'incrocio di due linee: quella che divide il campo in due parti uguali, nel senso longitudinale ("center line"), e quella che è collocata a 5 metri dal fondo della pista ("tee line").
Altre linee che caratterizzano il campo da curling sono le "hog lines", poste a 11,3 metri dalla fine della pista.
Per comprendere meglio la forma del campo da gioco di curling, potete far riferimento all'immagine allegata a questo passo.

2 Una partita di curling è composta da 10 mani, in ognuna delle quali ogni giocatore tira, a turno, 2 dischi, alternandosi tra squadra e squadra.
I 4 giocatori che compongono ogni squadra hanno dei nomi differenti a seconda del loro ruolo nel gioco (in particolare, del loro ordine di lancio). Il giocatore che viene definito come "lead" ha il compito di realizzare il tiro d'inizio o "delivery".
A seguire, abbiamo; il "second", buon realizzatore di punti, ma anche in grado di sbocciare le stones meglio piazzate dagli avversari; il "third", a cui spettano spesso giocate particolarmente difficili; lo "skip", l'ultimo ad effettuare il tiro e, solitamente, il leader del team.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Il gioco inizia quando il lead mette in atto il primo tiro (delivery) a partire da uno specifico punto del campo, chiamato "hack" o staffa.  Questo punto viene utilizzato dal giocatore per darsi lo slancio al momento del tiro.
Prima di raggiungere la hog line, linea entro il quale deve essere compiuto il delivery per essere ritenuto valido, il giocatore deve rilasciare la stone.
Se questo non avviene, la stone viene eliminata dal gioco.  Approfondimento Come giocare A Beach Volley (clicca qui) Lo scopo dei vari lanci è quello di avvicinare il più possibile la propria stone al tee, vale a dire il centro della "casa" (o house), allontanando contemporaneamente i dischi avversari.

4 I giocatori che non sono impegnati con il lancio, compiono un'altra azione di gioco denominata "sweeping" (in italiano, spazzolamento.) Tale operazione consiste, per l'appunto, nello spazzolare con delle apposite mazze simili a delle scope ("broom") il ghiaccio davanti alla stone in movimento.
Questo intervento dei compagni del lanciatore ha un duplice effetto: consente di eliminare piccoli frammenti di ghiaccio che si creano durante il gioco e, al contempo, scioglie leggermente la lastra ghiacciata sottostante.
Così facendo, viene diminuito l'attrito che coinvolge la stone la quale, a sua volta, risulta subire una decelerazione minore. È importante sottolineare che quest'azione può essere svolta solo nella parte di campo compresa tra le due" tee-line".

5 Lo skip può chiedere ai propri compagni che tipo di tiro devono effettuare in occasione del loro turno: esso può essere finalizzato al conseguimento di un punteggio (tiro di precisione), o all'eliminazione delle stones avversarie (tiro di potenza).
Il punteggio di ogni squadra sarà calcolato tenendo conto delle posizioni delle varie stones rispettivamente alla localizzazione delle stones avversarie. Tale misurazione viene effettuata dagli skip o dei vice-skip: nei tornei ufficiali, detto compito è demandato a due giudici di gara.

Non dimenticare mai: Per comprendere al meglio la dinamica del gioco del curling, vi consigliamo di guardare i diversi video di partite olimpiche che potete trovare su youtube. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Club Curling Dolomiti

Le regole del gioco delle bocce Impariamo le regole del gioco delle bocce, che è conosciuto in ... continua » Hockey su ghiaccio: le regole fondamentali Sport nazionale negli Stati Uniti, in Canada e nei paesi del ... continua » Come Giocare A Pallamano La pallamano (o handball) è un gioco di squadra praticato sia ... continua » Come giocare a palla prigioniera Palla prigioniera (o palla combattente, palla battaglia, palla bollata, palla schiava ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Pallavolo: regole di gioco

Uno degli sport più praticati in Italia, fin da piccoli, e senza distinzione tra maschi e femmine è sicuramente la pallavolo. In questa guida, andremo ... continua »

Basket: le principali regole

Il basket come saprete è uno dei più belli e divertenti sport di squadra. Il suo successo mondiale lo dobbiamo principalmente alla Federazione Internazionale Basket ... continua »

Basket: le regole principali

Il basket, che in italiano significa esattamente "pallacanestro", è uno degli sport di squadra più praticati nel mondo. Nato negli Stati Uniti verso la fine ... continua »

Lacrosse: regole di gioco

Esistono sport poco conosciuti nel nostro paese e che vengono seguiti da una minoranza di pubblico. Uno di questi è il lacrosse. Si tratta, infatti ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.