Le attrezzature per la pesca a fondo

di Valentina Franceschi tramite: O2O difficoltà: media

La pesca a fondo in acque dolci, pur essendo una delle tecniche di pesca più semplici, è un’attivitá che richiede pazienza, esperienza e l’utilizzo di attrezzature specifiche. A differenza della pesca di superficie, implica necessariamente l’uso di zavorre per consentire all’amo di raggiungere i fondali e quindi di adagiarvisi in attesa che carpe, cavedani e tinche impegnate alla ricerca di cibo restino allamati. In questa guida potrete trovare le informazioni fondamentali per affrontarla al meglio e le indicazioni di quali siano le attrezzature idonee a comporre un equipaggiamento adeguato.

1 Il kit completo del provetto pescatore di fondo contempla attrezzature robuste ed affidabili. Protagonista assoluta è ovviamente la canna da pesca: lunga dai 3,5 metri ai 4,5 metri, solitamente è telescopica e normalmente si preferiscono quelle realizzate in fiberglass o carbonio. È necessario che abbia un mulinello resistente e che possa supportare una bobina da almeno 100 mt., in modo tale da rendere possibile l'esecuzione di lanci lunghi. La montatura prevede invece la presenza di una lenza con piombo, girella e finale. Molto utile, soprattutto perché spesso c'è parecchio da aspettare, la forcella da impiantare a terra e a cui appoggiare la canna mentre si resta in attesa. Nel caso in cui siate cosí bravi o fortunati da riuscire a catturare un siluro gigante oppure qualora la vostra lenza dovesse incagliarsi o rompersi, sarà bene avere a portata di mano parecchio filo di scorta; la tipologia dipende da dove e da cosa pescate: in acque considerate tranquille è sufficiente l'utilizzo di nylon, molto elastico, con un diametro compreso tra gli 0,25 e gli 0,40 mm; in acque più insidiose e zone rocciose è meglio optare per un tipo di filo piú resistente.

2 Importantissima anche la scelta degli ami, che deve essere quanto più varia possibile in modo tale da poter fronteggiare qualsiasi evenienza; l'amo ideale, infatti, dipende dalla tipologia di pesce che andrete ad insidiare; in linea generale procuratevene una quindicina a gambo medio lungo. Gli ami a cui è attaccato semplicemente un verme risultano chiaramente troppo leggeri per giungere in profondità, per cui è necessario munirsi di pesi o piombini, i quali solitamente sono fatti appunto in piombo, ma per ragioni ecologiche ne esistono in commercio anche in rame, tungsteno ed acciaio. In acque tranquille sono sufficienti piombi da 30 grammi, mentre in acque agitate quelli da 60/80 grammi sono preferibili. Per quanto riguarda i galleggianti, comunemente si usano quelli affusolati e sferici poiché oppongono meno resistenza, dotati di anellino passafilo e facili da applicare alla lenza, benché limitanti nella profonditá; per acque correnti sono da preferire a forma allungata, per acque ferme quelli a pera con zavorra pesante.

Continua la lettura

3 Quanto alle esche, le migliori sono quelle vive, spaziando dai lombrichi ai bagattini ai bachi da seta.  Oltre alle esche vive, si consiglia di portare con sè anche una confezione di vermi in plastica: quelli dalla coda lunga sono i piú facili da usare ed alcuni pescatori giurano che certi colori sono appositamente studiati per incrementare le possibilitá di abbocco.  Approfondimento Come usare il galleggiante di pesca (clicca qui) Potreste inoltre aver bisogno di pasture: quelle a base di mais, giá pronte, sono solitamente le piú gettonate.  Quando ci troveremo a dover estrarre l'amo dal pesce o da qualsiasi altra cosa in cui si sia eventualmente infilato, dovremo avere con noi delle pinze a punta larga, denominate comunemente "slamatore".  Per tagliare la lenza occorre poi un coltellino o meglio ancora un tagliaunghie.  Da non dimenticare il campanellino o segnalatore luminoso, che ci avviserà quando il pesce avrà abboccato.  Sottolineiamo in ultimo, ma certamente non per importanza, che è sempre bene premunirsi di un kit completo di pronto soccorso, in modo tale da poter gestire eventuali piccole ferite, che ci permetterà di vivere con serenità e spensieratezza questa grande passione.

Come pescare con la canna fissa Lo strumento simbolo della pesca è sicuramente la canna fissa. La ... continua » Come Pescare Col Bolentino La tecnica di pesca col bolentino non significa avere un maggior ... continua » Come pescare i pesci di acqua dolce Quella della pesca è una vera e propria arte, alla quale ... continua » Come Pescare Con Camolera Questa breve guida ci spiega come pescare con camolera. Si tratta ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Le migliori tecniche di pesca

La pesca sportiva coinvolge diversi appassionati in tutta Italia e può essere praticata con particolare facilità anche in zone come i grossi centri abitati grazie ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.