Come tirare una punizione a foglia morta

di Stefano Bossotto tramite: O2O difficoltà: facile

Il calcio è lo sport più popolare al mondo, ha trovato in un secolo uno sviluppo incredibile che accomuna genti e popoli di ogni angolo della terra, questo soprattutto grazie alla semplicità di svolgimento del gioco e la facile reperibilità di tutto quanto necessario per giocare. Quindi è facile anche trovare ragazzi che vogliano migliorare in alcune tecniche in modo da imitare i grandi giocatori. Ormai, la grande specializzazione che interessa il calcio, rende sempre più necessaria la grande cura dei particolari. Uno dei dettagli fondamentali di questo sport, è la punizione, dal momento che essendo aumentata la tattica a favore della imprevedibilità del gioco, i calci da fermo sono spesso il modo con cui risolvere una partita. C'è chi tira la bomba, come Francesco Totti, e chi tira la foglia morta, specialità nella quale fu eccelso Mario Corso negli anni '70. In questa guida sarà possibile capire come imparare a tirare una punizione a foglia morta.

Assicurati di avere a portata di mano: Un pallone da calcio

1 Il tiro a foglia morta, è un particolare tiro ad effetto che, nelle intenzioni del calciatore, dovrebbe mandare la palla sopra la barriera avversaria, facendo in modo che poi si abbassi all'improvviso una volta che la abbia passata, rendendo così difficile l'intervento del portiere, soprattutto se la palla è angolata e indirizzata verso l'incrocio dei pali, soprattutto quello scoperto dal portiere.

2 Per poter tirare questa particolare punizione, ci vuole molta tecnica. La foglia morta può essere tirata lentamente, come faceva appunto il grande Mario Corso, o più veloce, come faceva invece qualche anno fa il brasiliano Juninho. In questo secondo caso, l'intervento del portiere diviene quasi impossibile. A seconda comunque della diversa tecnica di calcio cambia anche il movimento che deve effettuare colui che calcia la punizione.

Continua la lettura

3 La foglia morta, deve necessariamente essere calciata con l'interno del piede, verso il collo, prendendo la palla con la parte interna del piede a partire dall'alluce e facendola scivolare lungo l'interno verso il tallone.  Infatti, quando avviene il contatto con la sfera di cuoio, il piede deve andare quasi ad avvolgere la stessa, accompagnandola per una frazione di secondo, dopo la quale il distacco deve essere netto.  Approfondimento Come battere una punizione (clicca qui) La palla, deve essere assolutamente colpita sotto, in modo da dare alla sfera l'effetto che la farà abbassare all'improvviso.  La potenza del calcio comunque dipende dalla distanza e dalla precisione del tiro che dovendosi abbassare velocemente deve avere il corretto effetto.

Come tirare un calcio d'angolo Il calcio d'angolo, è la rimessa in gioco effettuata dalla ... continua » Come Piazzare Una Barriera Su Calcio Di Punizione Sappiamo bene che nel calcio moderno, stante la grande specializzazione che ... continua » Le Regole del Beach Soccer Giocare sulla spiaggia è da sempre un passatempo per chiunque voglia ... continua » Come spiazzare il portiere in un calcio di rigore In una partita di calcio il rigore è un momento molto ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come calciare in modo corretto

Imparare a calciare in modo corretto non sarà molto difficile, ma è bene conoscere alcuni segreti ed alcune tecniche particolari. Ciò vi aiuterà a migliorare ... continua »

Come Giocare A Pallamano

La pallamano (o handball) è un gioco di squadra praticato sia dalle donne, sia dagli uomini. Non è uno sport molto diffuso in Italia, ma ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.