Come si effettua una stoppata nel basket

di Francesco Capodicasa tramite: O2O difficoltà: media

Fra gli sport più seguiti e più spettacolari, figura il basket, ossia la pallacanestro. L'atletismo che lo caratterizza, fa di questo sport un vero piacere per gli occhi, combinandosi con la tecnica necessaria a tirare con sufficiente perizia e la velocità prevista per concludere l'azione nei canonici ventiquattro secondi che vengono messi a disposizione come previsto dal regolamento. Una delle azioni difensivi più interessanti, è la stoppata. In questa guida, passo dopo passo, provvederò a fornire tutte le indicazioni utili su come si effettua una stoppata nel basket. Bisogna sapere che la stoppata è una delle tecniche più utilizzate dagli allenatori durante l'allenamento, che cercano di dare tutte le indicazioni utili in merito. Solo così si potranno avere maggiori possibilità di vittoria, specie in una partita importante.

Assicurati di avere a portata di mano: Un pallone da basket

1 Va innanzitutto detto che nelle azioni che si svolgono sotto al canestro, e nelle quali, di solito, risultano impegnati i centri, la vicinanza del canestro medesimo spinge i giocatori ad utilizzare i gomiti onde crearsi lo spazio necessario al tiro ravvicinato. Il difensore, allo scopo di evitare che il suo avversario possa prendere un'ottima posizione, deve opporre quanta più resistenza possibile per preparare la contromossa difensiva, vale a dire la stoppata.

2 Per poter avere delle ottime possibilità di stoppare, bisogna stare il più possibile vicini al proprio avversario, naturalmente evitando di commettere fallo. Se possibile, bisogna anche cercare di guardarlo negli occhi. Nel caso in cui l'avversario dovesse essere girato di schiena rispetto al canestro, sarà necessario prendere posizione in modo da rendergli alquanto complicato girarsi con una buona coordinazione.

Continua la lettura

3 Come è ovvio che sia, per effettuare al meglio la stoppata, sarà indispensabile intuire il momento nel quale l'avversario cercherà di tirare verso il canestro, facendo in modo di anticiparlo un attimo prima, protendendo il braccio verso la palla oppure davanti ai suoi occhi, facendo in modo di disturbargli la visuale.  Di conseguenza, troverà un muro praticamente impossibile da passare.  Approfondimento Come fare un lay-up a basket (clicca qui) Qualora si azzecasse il tempo, non appena il tiro partirà, si entrerà nella fase più alta del salto, costringendo così il tiratore ad alzare la parabola.  Senza ombra di dubbio, le possibilità di errore da parte dell'avversario, aumenteranno in modo esponenziale e gli sarà difficile riuscire a mettere la palla dentro il canestro.

Basket: come realizzare uno schema d'attacco Tra gli sport più praticati al mondo, c'è sicuramente il ... continua » Come si effettua un blocco a basket Uno dei più coinvolgenti e seguiti sport al mondo: Il Basket ... continua » Come si cattura un rimbalzo a basket La pallacanestro è uno sport molto praticato in Italia e nel ... continua » Basket: le principali regole Il basket come saprete è uno dei più belli e divertenti ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come tirare a basket

Il tiro, tra i cosiddetti "fondamentali" del basket, riveste probabilmente il ruolo più importante. Per vincere una partita bisogna realizzare più canestri rispetto agli avversari ... continua »

Le regole del basket

Il basket è uno sport molto famoso e praticato in tutto il mondo e gli americani ne sono i maestri dato che questo sport è ... continua »

Basket: le regole principali

Il basket, che in italiano significa esattamente "pallacanestro", è uno degli sport di squadra più praticati nel mondo. Nato negli Stati Uniti verso la fine ... continua »

Come Fare Canestro Da 3

Il tiro da tre punti (detto anche tripla) definisce nella pallacanestro un canestro realizzato al di fuori di una linea delimitata da un arco semiellittico ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.