Come scegliere o preparare l'esca per l'occhiata

di Nicolò Tricarico tramite: O2O difficoltà: facile

Se siamo degli amanti della pesca e ci piacerebbe riuscire a pescare vari tipi di pesci, ma non abbiamo mai avuto modo di imparare le varie tecniche necessarie per riuscire a pescare correttamente, non dovremo assolutamente preoccuparci. Sarà infatti sufficiente ricercare su internet alcune semplici guide che ci illustreranno tutta l'attrezzatura necessaria e le varie tecniche, da utilizzare in base al tipo di pesce che abbiamo intenzione di pescare. In questo modo pur non essendo degli esperti nel settore, basterà seguire tutte le indicazioni riportate nelle guide ed effettuare molta pratica per riuscire alla fine ad pescare tutti i pesci da noi desiderati. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a scegliere o preparare correttamente l'esca per l'Occhiata.

Assicurati di avere a portata di mano: pane pasta di acciughe formaggio grana olio di tonno in scatola e pangrattato

1 Quella più usata è il comunissimo bigattino, da utilizzare dopo aver pasturato le acque della zona interessata; prepariamo la pastura con alcune sarde pulite e tritate; mescoliamo con del sale grosso e chiudiamo il composto ottenuto, in un barattolo ermetico. Giunti sul luogo di pesca, aggiungiamo all'impasto, del pangrattato ed un poco di acqua marina e gettiamolo nel punto in cui lanceremo la nostra lenza.

2 Se invece, desideriamo risparmiare e vogliamo preparare l'esca in casa nostra, usiamo dei semplicissimi ingredienti, facilmente reperibili nelle nostre dispense; basterà solamente della farina, acqua, formaggio grattugiato, pasta di acciughe e un poco di olio di tonno in scatola (quest'ultimo ingrediente è facoltativo, ma ricordiamoci che più l'odore risulterà intenso, maggiormente i pesci ne saranno attratti). Bagniamo spesso il composto per non farlo asciugare molto o addirittura completamente, ma non eccessivamente, altrimenti comprometterebbe il risultato.

Continua la lettura

3 Versiamo tutti gli ingredienti in un recipiente ed impastiamo energicamente; quando avrà raggiunto una buona consistenza, cioè quasi dura, formiamo tante palline che dovremo poi attaccare all'amo; il forte odore di questa pasta è molto gradito a questi ghiotti pesci.

4 Un'altra alternativa è quella dell'esca artificiale, solitamente adoperata per la pesca sportiva; la scelta sarà abbastanza limitata, infatti potremo usare dei cucchiaini di piccole dimensioni dal colore argento o argento-blu con una piuma bianca di gabbiano su un amo numero 6-7, oppure un tubicino di plastica che ne lascerà scoperta solo la punta.

Come scegliere l'esca giusta per le orate Uno dei pesci più comuni nei mari italiani è l'orata ... continua » Come iniziare a pescare La pesca è più di uno sport e mette a dura ... continua » Come pescare la trota a spinning La pesca è uno sport che richiede tanta tenacia e pazienza ... continua » Come pescare i granchi La pesca è uno degli sport più diffusi e praticati al ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come pescare le trote

Un modo per passare una giornata alternativa all'aperto potrebbe essere quella di andare a pescare. La pesca è uno sport che richiede molta dimestichezza ... continua »

Come pescare un luccio

Il muso caratteristico con la forte dentatura, l’aspetto agile e imponente che gli permette assalti veloci e spietati, le dimensioni importanti con il peso ... continua »

Come pescare il cavedano

Il cavedano, è un pesce dalle grandi capacità natatorie, data la sua forma affusolata. È presente in tutta la penisola italiana, in particolare nelle acque ... continua »

Come pescare i gamberi rossi

A differenza dei comuni gamberi di fiume, i gamberi rossi sono molto più saporiti e di dimensioni notevolmente più grande rispetto al gambero comune. Pescare ... continua »

Come pescare la carpa

Sempre più persone, anche tra i giovani, hanno la passione per la pesca. Purtroppo molti di questi sono convinti che sia quasi tutta una questione ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.