Come scegliere l'abbigliamento per il trekking

di Alessandro Pesce tramite: O2O difficoltà: media

Nel momento in cui decidiate di intraprendere un'escursione, indipendentemente dall’abbigliamento che indosserete al momento della partenza, bisogna tenere in considerazione il cambiamento climatico repentino della montagna.
Se alla partenza vi sarà una ben determinata temperatura, a più di mille metri di altezza questa calerà drasticamente con l'eventualità di vento, pioggia o neve.
Bisognerà dunque optare per il tipico vestiario "a cipolla" quindi utilizzare un abbigliamento a strati da escursionismo che permetterà di coprirsi o meno a seconda delle condizioni atmosferica più varie.
Ecco dunque una pratica guida su come scegliere l'abbigliamento perfetto per il trekking.

1 La regola base valida per ogni stagione, è quella di indossare indumenti elastici, comodi, protettivi, ma sopratutto isolanti e traspiranti in modo da proteggersi da temperature basse e di asciugare l'eventuale sudore.
Per la parte superiore, optate solo ed esclusivamente per l'inverno un materiale termico, per l'estate uno in polipropilene con le caratteristiche suddette. Inoltre portate con voi una giacca impermeabile e un pile pesante, entrambi saranno utili per ogni stagione e ad ogni temperatura, il tutto ovviamente facile da indossare.
Valutate un buon cappello o berretto in windstopper, dei guanti con annesso ricambio, degli occhiali da sole o occhialini sportivi.

2 Per la parte inferiore del corpo sconsiglio ovviamente il tipico jeans o il semplice pantalone da tuta.
Optate invece per un pantalone senza cuciture interne, magari idroassorbente o modulare.
Scendendo nel dettaglio, il pantalone modulare non è altro che un indumento a pezzi, al quale può esser tolta la parte inferiore divenendo un bermuda o aggiunto un sovraindumento adatto per le condizioni più avverse quali un freddo umido, pioggia o neve.

Continua la lettura

3 Per quanto riguarda gli indumenti per i piedi, questi non devono essere assolutamente sottovalutati, anzi forse sono tra i primi a cui bisogna prestare più attenzione. 
I calzini devono essere comodi, massicci e traspiranti.  Approfondimento Come scegliere le scarpe da trekking (clicca qui) Fate attenzione a lasciare un debito spazio tra scarpone e calzino in modo da permettere al piede di espandersi, fattore importante con le temperature più rigide.
Per quanto riguarda gli scarponi il discorso è più generico.  Valutate il grado di difficoltà della vostra escursione.  Se il percorso risulta facile optate per delle scarpe basse che offrono grande libertà di movimento.  Le mid sono leggermente più alte e chiuse, adatte alle medie difficoltà.  Le alte offrono invece peccano in movimento e velocità, ma offrono una grande protezione a piedi e caviglie, adatte quindi a percorsi molto difficili.  Prestate ovviamente attenzione al tessuto della scarpa, scegliendo un materiale impermeabile, ma traspirante come il gore-tex.

Buona escursione.

Non dimenticare mai: Portate con voi due cambi completi di abbigliamento

Come prepararsi ad una escursione Fare una bella escursione è sicuramente un progetto entusiasmante e ambizioso ... continua » Come scegliere l'abbigliamento per il ciclismo Per praticare il ciclismo serve scegliere un abbigliamento specifico: bisogna saper ... continua » Consigli per l'abbigliamento da snowboard Lo snowboarding è uno sport invernale molto popolare che consiste nello ... continua » Come scegliere l'equipaggiamento da trekking Sono sempre più numerosi gli appassionati di trekking e di escursionismo ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.