Come pescare la carpa

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Sempre più persone, anche tra i giovani, hanno la passione per la pesca. Purtroppo molti di questi sono convinti che sia quasi tutta una questione di fortuna e che le esche e le canne da poter utilizzare siano equivalenti tra loro anche in situazioni molto diverse.
Un pescatore professionista, invece, sa quanto è importante conoscere le abitudini delle specie di pesce e ad avere con sé sempre l'attrezzatura più indicata. Qui, in particolare, andremo a vedere qualche consiglio su come pescare la carpa.

27

Occorrente

  • canna
  • lombrico pastura
  • mais polenta
  • ami
  • piombi
  • guadino largo a manico lungo
37

La prima cosa, che anche i principianti sanno, è non fare rumore per cui evitate, per quanto sia possibile, di calpestare i rami durante il percorso che farete sulla riva. Importante è anche la pasturazione che dovrà avere la stessa composizione dell'esca che scegliete di utilizzare. Per fare una pasturazione efficace è bene esaminare con cura il luogo, il fondale, il terminale e l'esca.

47

La pasturazione è un operazione fondamentale al fine di attirare le carpe nella zona in cui andrete a pescare. Questa consiste nell'immergere una serie di alimenti a partire da qualche giorno prima in modo che le carpe assumano, verso questo luogo, un atteggiamento abitudinario. Se il posto che avete scelto non è molto frequentato potete provvedere in maniera massiccia, diminuendo progressivamente il carico con il passare dei giorni.

Continua la lettura
57

I sapori forti sono quelli preferiti dal pesce in questione (li avverte attraverso i barbigli). Proprio per questo motivo vengono solitamente utilizzate farine, mais, boilies per le esche a forma sferica che la carpa andrà ad inghiottire o meglio, ad aspirare. Avendo gli occhi posizionati sui punti più esterni della testa, essa è praticamente impossibilitata a vedere davanti. Odore e sapore dell'esca, nelle operazioni di pesca alla carpa sono quindi essenziali, diventando condizioni necessarie, ma non sufficienti per il buon esito della stessa.

67

A complicare la cosa c'è il fatto che la carpa è molto rapida sia nel movimento che a sputare fuori l'amo a cui avete applicato l'esca. Per questo motivo i più esperti consigliano l'utilizzo di campanelli dall'arme. Per fare questo potete, ad esempio, legare un filo di lana sottile e leggero nel tratto di lenza situato tra il mulinello e il primo anello della canna, al cui movimento si può ferrare. Per evitare che le carpe avvertano la presenza dell'amo nel boccone è stato ideato un innesco dell'esca particolare.

77

Una volta armata la canna con piombi e amo, situati ad una distanza tra loro di circa 30 centimetri, va legato un monofilo sottilissimo all'amo innescando l'esca sul suo finale. In questo modo, la carpa si troverà ad inghiottire l'esca senza avvertire il pericolo. A questo punto dovrete fare la ferrata dandole la forza giusta andando a valutare il filo presente in acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sport Acquatici

Le migliori esche per pesci d'acqua dolce

I pesci d'acqua dolce rappresentano praticamente l'altra faccia della famiglia dei pesci, ma essi, anche se meno saporiti, sono comunque commestibili. Essi possono essere trovati in fumi, laghi, torrenti o ruscelli, insomma, in ogni corso d'acqua derivato...
Sport Acquatici

Dove pescare la carpa

Il fiume è un susseguirsi di aree completamente negative alternate a zone molto fertili, se ben affrontate. L'ideale per tutti i pescatori sarebbe conoscere perfettamente l'esito di una giornata di pesca, ma questo purtroppo non è possibile, ma grazie...
Sport Acquatici

Come pasturare per le carpe

Pescare è certamente per chi piace un hobby molto bello, creativo ed appassionante. In molti infatti sono i pesci che possiamo pescare e che vanno per esempio dalla trota e dal persico, fino ad arrivare al tonno e allo storione. Tuttavia ci sono pesci...
Sport Acquatici

Come pescare una tinca a fondo

La pesca è uno degli sport più amati dagli italiani, ma anche in altri paesi della Terra. La grande quantità di pesci che si trovano in mare, di grandi o piccole dimensioni, rendono questo sport emozionante, infatti pescare una pesce non è sempre...
Sport Acquatici

Come valutare le condizioni meteo per la pesca

Pescare, è certamente per chi piace uno sport molto bello ed appassionante. In molti infatti sono anche i tipi di pesce che possiamo pescare e che vanno per esempio dalla trota e dalla carpa, fino ad arrivare al tonno e alla triglia. È fondamentale...
Sport Acquatici

Come pescare il temolo russo

In questa guida vi spiegherò come pescare un pesce poco conosciuto, il Temolo Russo. Per poter insidiare questo pesce bisogna attuare una tecnica speciale in quanto il temolo non mangia ma filtra l'acqua per nutrirsi. In base a queste informazioni è...
Sport Acquatici

Come pescare gli sgombri

Pescare è un passatempo molto rilassante, al tempo stesso è uno sport capace di offrire moltissime soddisfazioni, tutto dipende dalla preda che si decide di catturare. La pesca dello sgombro incuriosisce ed entusiasma tantissimi pescatori, data la grande...
Sport Acquatici

Come pescare il sarago in banchina portuale

I saraghi rappresentano un genere di pesci che appartengono alla famiglia denominata Sparidae. Ne esistono differenti specie, con caratteristiche diverse. Tutte quante le specie, in ogni caso, presentano un corpo tondeggiante, con livrea di colore grigio-argenteo...