Come pescare il sarago

di Domenica Magno tramite: O2O difficoltà: facile

Il sarago è uno dei pesci più conosciuti tra gli appassionati di pesca, un combattente molto scaltro e pieno di energia, ma soprattutto una preda molto ambita per via delle ottime carni bianche. In questa guida spiegheremo dettagliatamente come pescare il sarago e quali strategie adottare in ogni situazione atmosferica.

Assicurati di avere a portata di mano: canna tipo bolognese 6/9 metri mulinello 2500

1 La scogliera è sicuramente uno degli ambienti più congeniali per un pesce come il sarago, infatti essendo un pesce di fondo si adatta molto a questo tipo di fondali. Le condizioni più propizie per la pesca del sarago sono sicuramente il mare mosso, in quel caso si deve realizzare una montatura a mezz'acqua altrimenti a condizioni normali si pescherà a fondale con l'esca leggermente rialzata per evitare l'incaglio. Servirà una canna alla bolognese con azione rigida avente lunghezza da 6 a 9 metri del tipo progressivo, per fare in modo di combattere più facilmente le sue improvvise fughe e farlo stancare più velocemente, ma soprattutto evitare che si intani con il rischio di perdere definitivamente la preda e la parte terminale della montatura.

2 Come esca utilizzare il bigattino seguito da una buona pasturazione, oppure utilizzare un coreano o in alternativa l'impiego di una cozza. L'eventuale pasturazione, può essere effettuata con bigattini sfarinati già pronti all'uso oppure con cozze accuratamente schiacciate per fare in modo di attirare l'attenzione del pesce. La pesca al sarago può essere anche effettuata con la tecnica ultralight utilizzando terminali sottilissimi, ma si tratta di una tecnica molto difficile da praticare in quanto richiede molta abilità di movimento nella lotta contro un pesce molto abile ed esperto, quindi risulta complicato anche per i pescatori più preparati. Ricordiamo di rilasciare in mare i pesci sotto misura per permettere alla specie di riprodursi ed evitare il rischio di estinzione.

Continua la lettura

3 Infine bisogna abbinare alla canna un mulinello di taglia 2500 con frizione anteriore, abbastanza potente e robusto, la montatura deve essere costruita con del filo di media portata (0,14 millimetri), in caso di mare mosso utilizzare un filo leggermente più spesso (0,16 millimetri), creare una spirale con del filo lunga circa 10-12 centimetri, direttamente sulla lenza madre fermandola ove possibile con dei pallini di piombo.  Con l'aiuto di una micro-girella si dovrà collegare alla lenza madre la montatura con un terminale di fluorocarbon da 0.16 millimetri armato con un amo numero 6.

Come pescare con la sarda Pescare a fondo in mare è una tecnica che si può ... continua » Come pescare con la canna fissa Lo strumento simbolo della pesca è sicuramente la canna fissa. La ... continua » Come pescare al tocco in porto Tra gli sport più amati e diffusi tra gli uomini, si ... continua » Come iniziare a pescare La pesca è più di uno sport e mette a dura ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come pescare con l'americano

La pesca è uno sport molto diffuso che viene praticato a qualsiasi età. Sia il bambino, sia l'anziano, mostrano entusiasmo nel cimentarsi in questo ... continua »

Come Praticare Il Ledgering

La tecnica di pesca chiamata legering o ledgering consiste alla cattura pesci di fondale, per eseguirla in modo corretto si devono rispettare principi di base ... continua »

Come Pescare Con La Tremolina

La tremolina appartiene alla famiglia degli anellidi marini nome scientifico (Nereis Diversicolor). Questo anellide attira molte specie di pesci come il cefalo, l'occhiata, la ... continua »

Come pescare il polpo

Il polpo è uno dei cefalopodi più amati dai pescatori e da tutte quelle persone che in estate non si lasciano mancare di gustare piatti ... continua »

Come pescare la carpa in laghetto

Un neofita hai sicuramente bisogno di qualche suggerimento prima di intraprendere la pesca della carpa, una delle attività più soddisfacenti ed entusiasmanti nel mondo della ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.