Come pescare il pesce palamita

di Debora Zaccheo tramite: O2O difficoltà: media

La palamita è un pesce di acqua salata, della stessa famiglia del tonno. Essa presenta un corpo allungato di colore blu intenso e delle linee longitudinali scure sul ventre; queste linee permettono di non confondere questo pesce con altri suoi simili, come il tonno comune. La palamita vive principalmente nel mar Mediterraneo, vicino le coste del Nord Africa, ma è molto presente anche vicino le nostre coste del sud, fino alla regione Lazio. La palamita si può pescare facilmente tutto l'anno, anche se in inverno è difficile la sua cattura, poiché essa si inabissa maggiormente per trovare cibo. È un pesce predatore, carnivoro e migratore. Ama cibarsi specialmente di sarde e pesce azzurro. La palamita è oggetto di una pesca molto intensa ed è estremamente combattiva, come il tonno. Ora non ci resta che vedere insieme come pescare il pesce palamita.

Assicurati di avere a portata di mano: Barca; rete; tutto l'occorrente per pescare.

1 La palamita si può pescare con apposite reti, dette appunto palamitare e al traino. Questo pesce può essere pescato con esche vive, morte e artificiali. Nei mesi caldi estivi, la lenza andrà più in superficie, mentre in quelli invernali e primaverili andrà mandata più in profondità. Essa verrà rinforzata con del filo di acciaio, per evitare che si laceri con i denti aguzzi del pesce. La giusta velocità della barca dovrà essere tra i quatto e i cinque nodi.

2 Un ottimo metodo per capire se si può pescare stando in superficie è quello di osservare se nei paraggi sono presenti dei gabbiani. I gabbiani pescano in superficie e sono indice se si è in un tratto di mare pescoso. Questo pesce è provvisto di denti molto forti, disposti su un'unica fila ed è per questo che il terminale dovrà essere di filo di acciaio, come scritto in precedenza. La lenza è bene sia di nylon. Una volta presa all'amo, la palamita ingaggia una lotta furiosa, dapprima in superficie, per poi inabissarsi disperata. È proprio in questo frangente che si vedrà l'abilità del pescatore. State leggendo come pescare il pesce palamita.

Continua la lettura

3 Questo pesce può raggiungere anche i dieci chilogrammi di peso e ottanta centimetri di lunghezza; la taglia minima da poter pescare è di venticinque centimetri di lunghezza.  Essa si può anche pescare con un'esca fatta di pasta di sarde, sue abituali prede.

4 Il gusto della carne grigiastra della palamita non risulta particolarmente ricercato ed apprezzato, tuttavia questo può migliorarsi con l'uso di spezie e aromi. La palamita è molto buona al cartoccio e preparata in modo ricercato. A differenza di altri tipi di pesce dal gusto più delicato che possono esaltarsi con ricette semplici, la palamita verrà cucinata più elaboratamente. Dedicarsi alla pesca della palamita sarà sicuramente un'esperienza intensa, data la sua combattività e certamente vi darà soddisfazione portarne a casa una. Grazie per aver letto come pescare il pesce palamita. Ulteriori informazioni disponibili suhttp://pescaalmare.altervista.org/pesci/palamita.php
.

Non dimenticare mai: Fare andare la barca a non più di 4-5 nodi. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Come pescare il pesce palamita

Come iniziare a pescare La pesca è più di uno sport e mette a dura ... continua » Come pescare il sugarello Il sugarello fa parte della stessa famiglia della ricciola e della ... continua » Come pescare gli sgombri Pescare è un passatempo molto rilassante, al tempo stesso è uno ... continua » Come pescare la leccia stella All'interno di questa guida andremo a occuparci di pesca. Infatti ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come pescare dentici

Con questa guida spieghiamo in modo semplice, come pescare i dentici con l'utilizzo di varie tecniche. È un pesce che ha il corpo ovale ... continua »

Come pescare con le reti

Per gli abitanti delle città e delle zone di mare può essere importante sapere alcuni aspetti che riguardano la pesca. Esistono delle persone che o ... continua »

Come pescare il cavedano

Il cavedano, è un pesce dalle grandi capacità natatorie, data la sua forma affusolata. È presente in tutta la penisola italiana, in particolare nelle acque ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.