Come migliorare il tiro nel rugby

di Maria Liccardo tramite: O2O difficoltà: media

Dal punto di vista dell'allenamento, gli sport praticati a contatto con il suolo come ad esempio la pallacanestro, il calcio e il rugby, richiedono una preparazione che renda la massa muscolare elastica ma nello stesso tempo resistente. Per quanto riguarda il rugby, i praticanti avranno bisogno di allenamenti specifici sia per migliorare la resistenza fisica, la forza nelle gambe ma anche potenziare le braccia in modo da migliorare il più possibile il tiro durante gli incontri. Ecco come migliorare il tiro nel rugby.

Assicurati di avere a portata di mano: Impegno e allenamento

1 Il rugby, a differenza del calcio, pur essendo uno sport praticato a terra, richiede una forza fisica ed una preparazione importante che riguarda praticamente tutto il corpo. Infatti se prendiamo in considerazione lo svolgimento di una partita potremmo vedere che: occorre una buona potenza a livello dei muscoli delle gambe in modo da correre per tutta la durata dell'incontro, fiato e siccome le mete vengono segnate a "suon di braccia" anche queste devono essere allenate a dovere. L'allenamento impiegato per questo sport è davvero molto variegato, parte infatti dall'aerobica per finire con il sollevamento pesi.

2 Prima di vedere nel dettaglio quali sono gli esercizi per rafforzare la potenza del tiro, diamo un rapido sguardo su come si dividono gli allenamenti: periodo introduttivo, ovvero si tratta di quel periodo nel quale gli allenamenti verto su di un carattere generale interessante tutto il corpo senza uno specifico interessamento, subito dopo questo periodo si passerà ad esercitazioni più specifiche. Si passa poi al periodo di carico, in questo preciso momento la vita degli atleti potrebbe essere messa veramente sotto pressione.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Si potrebbe cominciare con il rafforzamento dei muscoli dei bicipite, tricipiti e deltoidi.  Queste parti del corpo sono davvero importanti per poter eseguire lanci perfetti e potenti, ecco perché è altrettanto importante mantenerli allenati in modo costante.  Approfondimento Come lanciare una palla da rugby (clicca qui) La sua funzione, ad esempio del bicipite, è quella di sollevare il braccio e fare in modo che l'avambraccio si possa flettere senza problemi, contribuendo inoltre alla sua rotazione, ecco perché deve essere in piena forma.  Cominciamo il nostro allenamento eseguendo una serie da 30 di flessioni a terra, terminate riposarsi per qualche istante e ricominciare con un'altra serie da trenta e così via.

4 Questi esercizi, a differenza dei primi, prevedono l'uso di attrezzature specifiche, come bilancieri, pesi e panche. È consigliabile effettuarli presso la palestra dove in genere ci si allena, sotto la supervisione dell'allenatore, in modo da usare il corretto carico di pesi. Assumiamo una posizione ben eretta, piedi leggermente divaricati alla distanza delle spalle. Afferriamo il bilanciere con entrambe le mani, posizionando il dorso all'interno. Alziamo e abbassiamo il bilanciere per 20 volte, riposiamoci per qualche istante e riprendiamo con un'altra serie da venti.

Non dimenticare mai: Per poter effettuare lanci sempre più potenti il segreto sta tutto nel giusto allenamento dei muscoli come i bicipiti, tricipiti e deltoidi.

Come Imparare Le Regole Del Rugby All'interno della presente guida, andremo a parlare di sport e ... continua » Bambini: come allenarli al rugby Giocare a rugby può essere un modo divertente per i bambini ... continua » 5 buoni motivi per uscire con un giocatore di rugby Spesso i giocatori di rugby sono considerati come persone brute e ... continua » I 10 sport più praticati al mondo Lo sport consiste in una serie di attività eseguite per migliorare ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.