Come migliorare ai tiri liberi a basket

di Miss Ariel tramite: O2O difficoltà: media

Sai giocare discretamente a basket ma andare in lunetta è proprio il tuo incubo? Vuoi riuscire a migliorare le tue percentuali di canestri mediante i tiri liberi? Riuscire a migliorare i tiri liberi non è una cosa affatto impossibile, tant'è vero che esistono degli allenatori che preparano specificamente in questa fase e che lavorano sia sull'approccio mentale che sulla tecnica del tiro libero, spesso riuscendo ad avere dei risultati sorprendenti. In questa breve guida vediamo come riuscire ad avere il miglior approccio e la migliore tecnica per migliorare la riuscita dei tiri liberi.

Assicurati di avere a portata di mano: Pallone da basket Campo da basket con lunetta e altezza regolamentare del canestro

1 Innanzitutto occorre avere un corretto approccio mentale: per fare degli ottimi tiri liberi il primo requisito, sia durante la partita che l'allenamento, è sicuramente essere molto concentrati e mantenere il focus su tutti i movimenti che si fanno, senza assolutamente distrarsi.
Basta notare come tutti i giocatori professionisti hanno in effetti un loro rituale: c'è chi si tocca la maglietta, chi fa rimbalzare una o più volte la palla, chi fa dei molleggi sulle ginocchia e chi addirittura ripete una stessa frase a bassa voce come il celebre Karl Malone; ma esistono tantissimi altri rituali che si eseguono sempre prima di lanciare un tiro libero.
La somiglianza con la preparazione degli atleti che praticano il salto in alto è molto forte: si tratta infatti di ripetere in modo perfetto una certa meccanica di movimento che è stata consolidata ed è davvero indispensabile avere una giusta concentrazione.

2 Vediamo ora la tecnica che bisogna avere per fare dei buoni tiri liberi. Dan Peterson sostiene che un buon tiro libero comincia dalle punte dei piedi e termina alle punte delle mani del giocatore. Questo significa che è la posizione di tutto il corpo che deve essere perfetta e funzionale a far partire il tiro libero in modo corretto. Ciò a partire dalla posizione delle gambe e anche dei piedi: le gambe infatti devono essere leggermente divaricate per poter avere un buon equilibrio con il corpo, avendo il piede destro leggermente più in avanti, di circa 3 o 5 cm, rispetto a quello sinistro. Questo va bene se si tira con la mano destra, viceversa se invece si è mancini.

Continua la lettura

3 A questo punto devi prendere il pallone posizionando la mano con cui tiri sotto di esso e avendo il polso piegato all'indietro a 90 gradi.  La parte inferiore del braccio (dal polso fino al gomito) e la parte superiore del braccio (dal gomito alla spalla) devono essere il più unite possibile, in modo da poter caricare in modo adeguato il movimento del tiro.  Approfondimento Come tirare a basket (clicca qui)
Prima di tirare poi ricordati di molleggiare un po' sulle gambe, fino a riuscire a trovare la posizione ottimale da avere per il tiro, che è quella con le ginocchia leggermente piegate, di pochissimo.

4 Il tiro infatti deve avere una spinta che è quella coordinata tra le gambe, l'avambraccio e il polso.
Le gambe e l'avambraccio servono soprattutto per dare alla palla la spinta verso l'alto, mentre il polso serve per imprimere alla palla la giusta direzione e una buona rotazione.
La rotazione ideale della palla è quella che imprime a essa una forza per farle fare due giri completi intorno a se stessa, a partire dalla lunetta del tiro libero fino al canestro.
È importantissimo poi il movimento del polso che deve "spezzarsi", cioè fare un movimento di 180 gradi in avanti. Il dito indice è di solito l'ultimo a toccare la palla durante il suo rilascio e deve essere tenuto in modo fermo in direzione del canestro: è lo stesso tipo di mira di quando si gioca con le freccette.

5 Un'ultima cosa importante è tenere traccia della tua performance durante l'allenamento per riuscire a capire qual è la tecnica migliore per te. Una volta individuata la tecnica, non devi variarla spesso: è fondamentale infatti continuare a tirare allo stesso modo se si ha avuto la sensazione di avere trovato il giusto rituale, i tempi e la tecnica corretta, per poi consolidarla nel tempo. Non devi variare tecnica, tempi e rituali solo perché in quel momento ti senti sicuro di fare comunque canestro. Il tiro libero è comunque un movimento meccanico e come ogni movimento meccanico va ripetuto sempre meccanicamente.
Le analogie più forti in questo caso sono con il servizio del tennis: avere un movimento sicuro a cui affidarsi e da ripetere meccanicamente è fondamentale quando si fanno i tiri liberi nella pallacanestro.

Come Fare Canestro Da 3 Il tiro da tre punti (detto anche tripla) definisce nella pallacanestro ... continua » Basket: allenare la schiacciata Il Basket è lo sport dove abilità e presenza fisica sono ... continua » Basket: come migliorare i tiri lunghi Il basket è uno sport molto spettacolare, dove per avere successo ... continua » Come Effettuare Il Terzo Tempo Nel Basket Il regolamento della pallacanestro definisce infrazione di passi un movimento illegale ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Basket: le principali regole

Il basket come saprete è uno dei più belli e divertenti sport di squadra. Il suo successo mondiale lo dobbiamo principalmente alla Federazione Internazionale Basket ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.