Come imparare a difendersi

di Lucia Perrotta tramite: O2O difficoltà: media

Il tasso di criminalità, nelle città così come nei paesi, è in continua crescita. Che sia giorno o sera, in un luogo affollato o meno, ha poca rilevanza: il pericolo può presentarsi in qualsiasi momento. Per tale ragione negli ultimi anni si stanno diffondendo corsi di autodifesa. Essi traggono origine dalle lontani arti orientali e vengono adattate a " situazioni di vita quotidiana". Vediamo di seguito alcuni metodi su come imparare a difendersi.

1 La forma di aggressione più diffusa è senza dubbio la rapina. La prima cosa da fare, anche se difficile, è avere sangue freddo ed essere razionali. Se il ladro ha una pistola, non si deve opporre resistenza: meglio dargli quel che chiede, e, appena si è allontanato, chiamare i carabinieri. Se ci si trova in una strada isolata, ma con case o strade trafficate nelle vicinanze, si può provare ad urlare per chiedere soccorso, ovviamente nel caso in cui il malvivente non abbia un'arma da fuoco. Se il rapinatore si spaventa, scapperà via. Altrimenti, si avvicinerà per imporre il silenzio. La cosa migliore, a questo punto, è mostrarsi arrendevoli e spaventati, così che che non capisca che si vuole reagire e non si metta sulla difensiva.

2 Poniamo il caso in cui il rapinatore sia di fronte, e alzi la mano per sferrare un pugno all'altezza del volto. Per evitare il colpo, nel caso in cui sia destrorso, ci si dovrà spostare alla sua destra, cioè alla propria sinistra. Compiendo un passo lungo e trasversale, ci si troverà di fianco all'aggressore e il colpo sarà stato evitato. In più, lui sarà disorientato e spiazzato. A questo punto, è fondamentale approfittare del vantaggio acquisito. Prima che l'aggressore possa reagire, lo si deve colpire a propria volta: ecco una serie di punti deboli da tenere a mente: il volto, è un bersaglio molto sensibile, soprattutto il naso. Una gomitata al naso dovrebbe far perdere per qualche altro secondo l'orientamento all'aggressore. Oppure, si può tentare un colpo alla base del collo con il taglio della mano. I calci sono un altro mesodo di difesa. Uno forte dato ai genitali, dovrebbe darci tutto il tempo necessario per poter scappare via.

Continua la lettura

3 Anche se impariamo tutte le tecniche di autodifesa e ci sentiamo pronti ad affrontare ogni sorta di pericolo e/ o aggressione, è buona norma cercare di evitare situazioni pericolose.  Evitare luoghi isolati e pericolosi, nelle ore più tarde è consigliabile essere in compagnia, evitare persone " sospette" o che tentano di avvicinarsi con scuse banali.

Non dimenticare mai: Non provare a fare nulla se l'aggressore è armato di pistola. sempre meglio frequentare un corso autorizzato di difesa personale Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://m.youtube.com/watch?v=ctQc3z0_f-M

Come Iniziare A Praticare Wing Chun Il Wing Chun Quan, detto semplicemente wing chun, è uno stile ... continua » Le 10 migliori arti marziali per l'autodifesa L'autodifesa non è un gioco, non è un film e ... continua » Shidokan: tecniche di difesa personale Probabilmente avrete sentito parlare poco o punto dello shidokan. Si tratta ... continua » Tantui: tecniche di difesa personale Il Tantui è una particolare arte marziale che basa i suoi ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Aikido: 5 cose da sapere

L'Aikido è un'arte marziale che incorpora una serie di tecniche che utilizzano i principi di movimento ed energia per schivare e neutralizzare un ... continua »

Come utilizzare un Boken

ll boken (o bokken) è una una spada di legno monolama. Se si vuole imparare a utilizzare un boken bisogna imparare la tecnica che può ... continua »

Arti marziali: kung fu

Quanti di noi, pensando alla Cina, associano a questo bellissimo paese un arte antica, che comunemente chiamiamo Kung Fu? Vi sorprenderà scoprire che in realtà ... continua »

Come imparare il karate

L'arte marziale del karate può essere adatta a tutti, sia uomini che donne, sia bambini che anziani. Il suo significato letterale è "mano vuota ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.