Come guidare al meglio un Go-Kart

di Davide Ossi tramite: O2O difficoltà: media

Sicuramente chi nutre una profonda passione per le auto, ha avuto almeno una volta nella vita il desiderio di avere un go-kart, o al limite di poterlo guidare!
Chissà quanti di voi hanno immaginato un sorpasso in staccata a fine rettilineo, un'uscita da una curva in leggero in controsterzo... Lasciare l'avversario alle spalle passandolo all'esterno!
Ma come si guida nel modo migliore un Go-Kart?
Se l'argomento vi appassiona, leggete questa guida e troverete interessanti consigli.

Assicurati di avere a portata di mano: Tuta da corsa, con appositi accessori di sicurezza,casco e kart

1 Mettersi al volante di un mezzo di Formula 1, non è certamente un sogno da poter realizzare con grande facilità: normalmente può farlo una ristretta cerchia di piloti professionisti. Ma se vi possono bastare potenze più ridotte, dimensioni e ruote più piccole, un sistema sicuramente divertente e piuttosto economico, lo trovate di certo: si tratta del go-kart.
Oggi, quelli maggiormente utilizzati da privati e piloti praticanti, consistono in mezzi a quattro ruote di dimensioni piccole ma allo stesso tempo discretamente leggeri e dotati di una spiccata potenza: essa è sicuramente sufficiente per potervi offrire emozionanti e forti sensazioni!

2 Chi di voi pensa che la guida di un kart sia qualcosa da prendere alla leggera, sbaglia. Preparatevi: se non disponete di un buon allenamento, dopo una decina di giri in pista potreste scegliere di voler effettuare una pausa piuttosto lunga prima di rimettervi in forza e ripartire per un successivo turno di prove! Ma non scoraggiatevi: è normale, così come è normale il giorno dopo avvertire un certo indolenzimento generale!
Intanto, per potervi mettere al meglio alla guida di un go-kart, dovete pensare alla sicurezza: dovrete quindi munirvi di abbigliamento e protezioni adeguate: tuta (ma non prendetela ignifuga: costa moltissimo e non è necessaria) guanti, scarpe, casco e paracostole, realmente indispensabile !

Continua la lettura

3 Da dove dovete iniziare? È necessario distinguere i monomarcia da quelli dotati di cambio di velocità.  Se siete alle prime armi, preferite incominciare guidando un mezzo monomarcia: nei go-kart con le marce, le potenze in gioco sono molto più elevate e lo sforzo fisico per pilotarli, cresce moltissimo rispetto ai primi.  Approfondimento Come iniziare a fare Go-Kart (clicca qui)
Inoltre nei monomarcia, la manutenzione è minima (dovrete cambiare il pistone dopo aver consumato 100 litri di benzina: fattore sicuramente apprezzabile), le regolazioni sono poche e vi divertirete sicuramente moltissimo!. 

Non dimenticare mai: A i principianti accaniti che pensano di scendere in pista e di saper guidare, consiglio di iniziare la propria avventura con un Kart monomarcia, semplice da guidare rispetto al kart a più rapporti, più semplice perché? Innanzi tutto perché si ha un pensiero in meno, quando si arriva in curva col kart a marce si deve rallentare, schiacciare la frizione, scalare marcia, così che si ha più controllo, invece col monomarcia non si ha alcun problema, si deve solo rallentare sterzare e accelerare, anche se però le prestazioni di guida non sono così elettrizzanti

Come aggiustare le ruote di un Go-Kart Le migliori piste di go-kart in Italia Come scegliere quale kart comprare Come si diventa piloti di Formula 1

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli