Come fare il tiro a cucchiaio

di Cristiano Russo tramite: O2O difficoltà: facile

Francesco Totti è uno dei più grandi giocatori mai apparsi sui campi italiani, ma è famoso in tutto il mondo grazie al suo famoso tiro a cucchiaio: fingendo un tiro violento, riesce spesso a mandare fuori tempo il portiere avversario e a segnare reti spettacolari con un semplice tiro che sorprende l'ultimo difensore. Il primo ad avere realizzato questo tiro è stato il cecoslovacco Antonin Panenka in occasione della finale degli Europei del '76 ed ancora oggi è in grado di sorprendere molti portieri. Ma come si fa il tiro a cucchiaio? Quando lo si può utilizzare?

Assicurati di avere a portata di mano: Un pallone da calcio

1 Il tiro a cucchiaio è un pallonetto che viene effettuato dopo aver finto il tiro normale con il quale si cerca di evitare l'intervento del portiere puntando sulla sorpresa che il colpo provoca. Può essere effettuato sia da fermi, quando ad esempio si tira un rigore, ma anche durante la corsa. L'effetto sorpresa e il giusto tempismo permetteranno al giocatore di superare o semplicemente scavalcare il portiere senza troppe difficoltà.

2 Per poter effettuare il cucchiaio in movimento, è necessario porsi ad una distanza giusta dal pallone: il giocatore deve avere il corpo quasi sopra il pallone, nella posizione che di solito lo porta a calciare la cosiddetta cannonata con il collo del piede. Non bisogna metterci troppa forza, la traiettoria è quella di una parabola discendente. Si tratta di un tiro lento, controllato, che dovrà essere effettuato anche con la giusta freddezza per poter trarre in inganno il portiere avversario. Chi tira deve attentamente cercare di colpire con il collo del piede la parte inferiore del pallone.

Continua la lettura

3 La gamba deve partire in direzione del pallone rimanendo tesa al massimo.  Solo nell'attimo che precede il contatto con la sfera si deve quasi bloccare l'arto e colpire il pallone molto sotto, alla base, quasi accompagnandolo e mirando alla parta centrale della porta.  Approfondimento Come calciare il pallone nel calcio a 5 (clicca qui) In tal modo, la palla si alza molto per poi effettuare una secca parabola che elude l'intervento del portiere che si è già tuffato o ha cambiato posizione.

4 Per poter capire ancora meglio come effettuare un tiro a cucchiaio, vi consiglio di cercare qualche video o magari rivedervi qualche partita storica nella quale è stato usato questo particolare tipo di tiro. In fin dei conti non si tratta di un tiro complicato, ma vi ricordo che l'allenamento è sempre molto importante. Basta fare un po' di pratica per poter assorbire la tecnica e poter utilizzare il tiro a cucchiaio in campo durante una partita, in particolare quando si devono calciare i rigori.

Non dimenticare mai: Provare qualche volta il tiro prima di praticarlo durante una partita Esercitarsi sulle traiettorie paraboliche

Come calciare un rigore perfetto Come si tira bene un rigore? Meglio una traiettoria precisa e ... continua » Come Effettuare Una Stoppata Nella Pallacanestro La pallacanestro è uno degli sport più elettrizzanti e spettacolari che ... continua » Come calciare in modo corretto Imparare a calciare in modo corretto non sarà molto difficile, ma ... continua » Come aumentare la potenza del tiro Il calcio è uno sport molto fisico quindi, dove un giocatore ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Le Regole del Beach Soccer

Giocare sulla spiaggia è da sempre un passatempo per chiunque voglia svagarsi e rilassarsi. Bambini, ragazzi, adulti sfruttano la sabbia per giochi di tutti i ... continua »

Le regole dell'hockey

L'hockey su ghiaccio è uno sport praticato soprattutto nei paesi freddi del Nord America e dell'Europa centro-settentrionale. In Italia è possibile praticarlo principalmente ... continua »

Come fare i cross a calcio

L'elemento tecnico principale del gioco del calcio, dopo la gestione della palla, è il cosiddetto passaggio, ossia quel gesto specifico che funge da mezzo ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.