Come eseguire la virata nel nuoto

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nuoto che passione! Uno degli sport più belli del mondo, nel quale l'uomo negli ultimi anni è progredito tantissimo e sta rapidamente superando ogni record. Come ben si sa, il nuoto olimpico si manifesta in quattro stili: stile libero (crawl), rana, delfino (o farfalla) e dorso. Oggi però mettiamo in evidenza uno dei fondamentali decisivi per la conquista di una prestazione più o meno performante: vi spieghiamo come eseguire la virata, la rotazione del corpo a bordo vasca per riprendere la nuotata il più presto possibile. Vi preannuncio che sarà fondamentale per un agonista (e non) effettuare la virata nella maniera ottimale, perché può determinare la vittoria o la sconfitta in una gara.

24

DELFINO o FARFALLA. Il nuotatore deve toccare frontalmente il muro con entrambe le mani nello stesso momento. Poi, si tira un braccio fuori dall'acqua mentre l'altro rimane sotto e permette di mettersi con le gambe raggruppate e i piedi al muro e le braccia e la testa rivolte verso il centro della vasca. Svolti questi passaggi, si inizia a spingere con le gambe mantenendo le braccia davanti al capo riprendendo nella maniera ottimale la nuotata.RANA. Non esiste tanta differenza tra la virata a rana e quella a delfino. Anche in questo caso le mani devono toccare il muro contemporaneamente e la procedura successiva per spostarsi dal bordo vasca al centro è identica. Ma c'è una differenza: bisogna effettuare una gambata a rana coadiuvata da una bracciata da davanti alla testa fino alle gambe e un altro colpo di gamba a delfino da effettuare in subacquea dopo aver tratto la spinta necessaria dal muro.

34

CRAWL o STILE LIBERO. Alla giusta distanza dal bordo vasca, l'atleta deve fare un colpo di gambe a delfino, abbassare la testa e condurre il mento al petto. Poi le gambe toccano il muro e il corpo si ruota prima di staccarsi dal muro in posizione orizzontale. A questo punto, bisogna staccarsi dal bordo vasca, effettuare un avvitamento ed effettuare alcune gambate di nuovo a delfino in apnea prima di poter riprendere ad assumere la velocità desiderata.

Continua la lettura
44

DORSO. Ogni atleta, prima di arrivare a toccare il muro, può girarsi in posizione prona ed effettuare la virata senza fare bracciate o gambate superflue. A quel punto si assume un posizionamento supino con i piedi al muro e le braccia e le gambe sott'acqua, poi si distendono le gambe e si tendono le braccia davanti alla testa. Una gambata subacquea può essere consentita prima di ripartire.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Sport

Come effettuare la virata nello stile libero

Nel nuoto esistono vari tipi di stili, fra quelli più praticati troviamo quello libero. Per eseguirlo occorre molto allenamento e sopratutto saper effettuare alcuni movimenti. La virata per esempio fa parte di questa serie di contenuti. Si tratta di...
Sport Acquatici

Nuoto: regole della FIN

Il regolamento della Federazione Italiana Nuoto è basato su quello della FINA e regola tutte le competizioni agonistiche, sia a livello regionale che nazionale. È articolato in tredici parti, che prescrivono le regole della direzione delle manifestazioni,...
Sport Acquatici

Come effettuare la virata in stile dorso

Per tutti gli amanti del nuoto che vogliono migliorare il loro stile e acquisire informazioni utili su come effettuare una virata nuotando in stile dorso questa è proprio la guida adatta. In passato, in questo stile, anche per virare non esi permetteva...
Sport Acquatici

Come imparare a nuotare in stile delfino

Quello del "delfino" (chiamato anche "farfalla"), oltre ad essere per molti il più spettacolare tra gli stili di nuoto, è al tempo stesso sicuramente altrettanto difficile e faticoso da imparare. Esso è uno stile di nuoto che prevede il doppio o addirittura...
Sport Acquatici

Nuoto: tecnica della rana

La rana fa parte dei quattro stili ufficiali del nuoto, che comprendono anche lo stile libero, il dorso e il delfino (farfalla per la categoria donne). Viene così definito perché ricalca la nuotata dell'omonimo anfibio. Lo stile rana è particolarmente...
Sport Acquatici

Consigli per nuotare più in fretta

Il nuoto rappresenta un'attività sportiva estremamente meravigliosa e completa, poiché è capace di allenare efficacemente moltissimi muscoli di tutto il vostro corpo. Esistono svariate modalità per nuotare (che vengono chiamati "stili") e, ciascuna...
Sport Acquatici

Come allenare pettorali e braccia in piscina

Il nuoto è una tra le discipline sportive più divertenti e facili da praticare: non richiede attrezzi, non richiede capacità (se non quella di saper nuotare!) e può essere praticata in piscina in ogni periodo dell'anno. Muoversi in acqua, un elemento...
Sport Acquatici

Come nuotare a Rana

Imparare a nuotare a Rana rappresenta, sicuramente, il cruccio di molti appassionati nuotatori "del tempo libero" e non soltanto. A seguire, andremo a vedere come si fa. La Rana è senz'altro uno degli stili più complicati da praticare, sia per quanto...