Come diventare una ginnasta ritmica

di Stefano Bossotto tramite: O2O difficoltà: media

Lo sport è una delle attività migliori per mantenere il proprio fisico e la mente sempre in condizioni ottimali, migliorando la postura, la muscolatura, proteggendo meglio ossa e tendini, ma anche allontanando lo stress. È possibile scegliere l'attività in base alle proprie condizioni fisiche, alla propria struttura e soprattutto in base ai gusti personali. Esistono sport di gruppo od individuali a seconda che si voglia socializzare e fare parte di un gruppo oppure svolgere semplicemente un'attività che tenga impegnata la propria mente e il proprio corpo. Eleganti, controllate e sicure: ecco, in poche parole, cosa sono le ragazze della ginnastica ritmica. I loro corpi si flettono e si allungano in elementi che ai nostri occhi sembrano complicati (se non impossibili), ma che per loro sembrano semplici e naturali da eseguire. Capita spesso che si desideri diventare leggere, flessuose e agili come le ginnaste che svolgono la ritmica. È vero che per arrivare a tali livelli ci vogliono anni ed anni di duro allenamento, ma con i giusti esercizi si può diventare una brava ginnasta. È essenziale capire che l'impegno deve essere costante e duraturo nel tempo per riuscire ad ottenere risultati ottimali. A differenza della ginnastica artistica (che punta più sulla forza), la ginnastica ritmica si basa principalmente sull'elasticità del corpo: quindi, è sempre bene iniziare fin da piccoli, in quanto il fisico è più elastico rispetto a quello di un adulto. Ma non è mai troppo tardi per intraprendere quest'affascinate disciplina e poterne giovare e divertirsi. Foto: www. Sportinghouse. It.

1 Come prima cosa è opportuno frequentare una palestra di ritmica adeguata che riesca ad introdurre a questo sport e possa insegnare i primi rudimenti. Attraverso le direttive di insegnanti professionisti e preparati, sarà possibile capire come muoversi senza sbagliare e senza farsi male. In genere, si inizia sempre con gli esercizi più semplici per familiarizzare con la ginnastica (esercizi per essere più elastiche e per controllare il proprio corpo), andando via via a complicarli per aumentare le prestazioni fisiche. Altro fattore che la distingue dalla ginnastica artistica, è l'utilizzo di attrezzi come palla, nastro, clavette, cerchio. Ed è forse per questo che la ginnastica ritmica viene vista sotto un profilo più magico. Le cose fondamentali da tenere sempre presenti sono: l'impegno da mettere in ogni occasione e il riscaldamento che si deve fare prima di ogni allenamento, per poter eseguire successivamente tutti gli esercizi più complessi con la muscolatura adeguatamente pronta. Quest'ultimo deve essere di vitale importanza: bisogna scaldare i muscoli in modo eccellente, altrimenti si corre il rischio di strapparli (con il risultato di rimanere ferme per mesi prima che il muscolo leso guarisca). Oltre a tutto il lavoro che si fa in palestra, ci sono alcuni esercizi che possono essere eseguiti con tranquillità a casa per elasticizzare la parte lombare e le gambe (fondamentali per la ginnastica ritmica). Di seguito si capirà come eseguirli correttamente.

2 Per prima cosa, non si deve mai esagerare troppo con gli esercizi di stretching, perché si rischia di farsi male allungando troppo i muscoli oppure di eseguirli quando la muscolatura non sia ancora adeguatamente calda. Perciò, devono essere eseguiti solo fino a quando si sente il muscolo in tensione, ma non si deve mai andare oltre. Si può aumentare l'intensità con l'andare del tempo. Iniziare con un po' di riscaldamento facendo una corsa sul posto cercando di alzare le ginocchia per almeno 30 secondi. Poi saltare a piedi uniti, portando le ginocchia al petto, per altri 20 secondi. In questo modo si può iniziare a mettere in moto i muscoli delle gambe. Si devono scaldare correttamente caviglie e si devono sciogliere i legamenti delle ginocchia. A questo punto, si deve scaldare anche la schiena insieme alle gambe.

Continua la lettura

3 Esercizi a terra: sedersi ed appoggiare la schiena al muro, tenendo correttamente le gambe e le punte dei piedi ben tese.  Sollevare ed abbassare leggermente la gamba destra per 10 volte, poi cambiare gamba e ripetere adeguatamente l'esercizio.  Approfondimento Come fare esercizi di ginnastica ritmica con il nastro (clicca qui) Successivamente ci si deve piegare con la schiena in avanti cercando di toccare con la fronte le ginocchia afferrando le caviglie.  Sempre in questa posizione, fare dei piccoli piegamenti per 10 volte.  Staccarsi dal muro e divaricare le gambe: si deve sempre ricordare che le ginocchia e il collo del piede devono essere rivolti verso l'alto (non girarli mai verso l'interno).  Ripetere la sequenza sopra indicata prima verso la gamba destra e poi con la gamba sinistra (il busto deve essere rivolto verso la gamba).  A questo punto, si può fare la "posizione del finestrino": sempre a gambe divaricate, appoggiare la mano destra sulla gamba sinistra e con l'altra mano flettersi lateralmente e cercare di afferrare la caviglia destra per 10 secondi.  Rripetere l'esercizio dall'altro lato (in questo caso per ambo i lati, il busto deve essere rivolto frontalmente).  Distendersi in avanti cercando di allungare perfettamente la schiena.  Utile anche la "posizione dell'ostacolo": mettendo la gamba sinistra piegata ad angolo retto, tenere la destra tesa in avanti (come se si saltasse un ostacolo, appunto) e afferrare la caviglia destra.  Ripetere l'esercizio dall'altro lato nello stesso modo.  A questo punto, ci si potrebbe dedicare agli slanci, fondamentali per l'elasticità.  Distendersi a terra con la pancia rivolta verso l'alto e fare 10 slanci portando la gamba verso il viso.  Al decimo slancio, bloccare con le braccia la gamba il più vicino possibile al volto per 10 secondi: non molleggiare e non piegare mai il ginocchio.  Ripetere l'esercizio con l'altra gamba.  Eseguire la stessa sequenza lateralmente: la gamba deve essere sempre parallela al busto, cercare di non portarla mai in avanti.

4 Esercizi in piedi: mettersi in ginocchio con le mani i a terra e i gomiti tesi ("posizione a gattoni"), fare 10 slanci indietro, cercando di avvicinare la punta dei piedi il più possibile alla testa (inarcare bene la schiena). Prima con una gamba e poi con l'altra. Successivamente alzarsi in piedi e compiere degli slanci avanti, laterali ed indietro alternando le gambe: la sequenza è sempre 10 slanci per gamba e per ogni esercizio eseguito. Finite tutte le sequenze, prendere la gamba destra tesa e portarla il più in alto possibile davanti, laterale e indietro (cercando di non inarcare troppo la schiena). Lo stesso esercizio deve essere ovviamente eseguito con la gamba sinistra. Di seguito si può essere pronte per eseguire delle spaccate. Il modo migliore per eseguire una spaccata corretta è quello di posizionarsi sopra una fuga del pavimento, prendendola come punto di riferimento. Scendere in spaccata frontale (fin dove si riesce) alternando le gambe: il ginocchio e il collo del piede della gamba posteriore devono essere assolutamente rivolti verso il basso (non di lato), mentre la gamba avanti deve essere sicuramente rivolta verso l'alto. Successivamente si può fare la spaccata frontale (ricordarsi le ginocchia e il collo dei piedi verso l'alto). Fondamentali sono anche i giri: in questo caso, è importante avere il controllo assoluto del proprio corpo. Prendendo sempre la fuga come punto di riferimento, si possono eseguire i giri appresi dagli insegnanti in palestra prima in un verso e poi nell'altro, in modo da poter essere sempre in allenamento e rendere automatici i movimenti abituando il corpo a posizioni difficili da tenere senza l'esercizio continuo.

5 Come già indicato, non è mai troppo tardi per iniziare questo sport. Infatti molte palestre d'Italia offrono corsi di ginnastica ritmica per gli adulti, utili per rendere i propri muscoli, e le proprie articolazioni, più elastici e sciolti, andando ad evitare (o almeno attenuare) i problemi di artrosi che sopraggiungono con l'avanzare dell'età. Ovviamente questi esercizi saranno più leggeri e adatti a muscolature e articolazioni già formate evitando quindi problemi e infortuni.

Ginnastica ritmica: regolamento di gara La ginnastica ritmica è uno sport prevalentemente femminile, tra i più ... continua » Ginnastica ritmica: esercizi base La ginnastica ritmica è una disciplina sportiva nata all'inizio dell ... continua » 10 utili esercizi per rassodare i glutei Uno stile di vita sano, una dieta equilibrata ed un allenamento ... continua » Come fare gli allenamenti di ginnastica ritmica a casa La ginnastica ritmica è una disciplina che ha bisogno dedicato molto ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come fare i pistol squat

Il pistol squat è uno sport che va eseguito su una singola gamba e proprio per questo motivo è considerato uno degli esercizi più complessi ... continua »

Guida alla ginnastica ritmica

Aver la possibilità di svolgere un'attività sportiva nel corso della crescita è spesso molto utile per garantire uno sviluppo psico-fisico equilibrato. Per questo motivo ... continua »

Come allenare gli adduttori

Con il termine adduttori indichiamo i muscoli dell'anca e dell'interno coscia. Questi muscoli nonostante siano importantissimi per mantenere la postura, camminare e per ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.