Come costruire una montatura a galleggiante per canna fissa

di Rossella Cecchini tramite: O2O difficoltà: difficile

L'impiego del galleggiante per pescare con una canna fissa è sicuramente una tecnica semplice ed ottimale, mediante la quale si potrebbe riuscire a prendere numerose varietà di pesci, che si alimentano sia sui fondali che a mezz'acqua (come ad esempio cefali, saraghi, tordi ma anche orate e spigole). Vediamo allora come fare per costruire ed utilizzare al meglio una montatura a galleggiante per canna fissa.

Assicurati di avere a portata di mano: canna nylon galleggiante piombi spaccati ami brumeggio esche

1 La fase di montaggio varia a seconda delle condizioni in cui si trova il mare: se è calmo possiamo avvalerci di una lenza madre in monofilo dal diametro di 0.14mm, lunga un metro in meno rispetto alla canna utilizzata. Su questa monteremo un galleggiante in balsa a penna o a fuso rovesciato da 2-3 grammi. Alla fine della lenza madre, andiamo a creare una micro asola alla quale legheremo i braccioli, costruiti con uno spezzone di monofilo super da 0.12mm che sia di circa 70 cm. Pieghiamo quindi in due lo spezzone, cercando di ottenere due braccioli rispettivamente di 30 e 40 cm.

2 A questo punto dobbiamo ricavare una piccola asola nel punto della piegatura. Fissiamo i braccioli alla lenza madre infilandone l’asola in quella della lenza madre e facendo passare gli stessi nella loro asola. Tirando i braccioli, Andiamo a stringere l’asola per fissarli definitivamente alla lenza madre. Al capo libero dei braccioli, monteremo due ami del 16 se peschiamo con i bigattini o la polpa di sarda, oppure del 14-12 se peschiamo con le altre esche.

Continua la lettura

3 Per equilibrare il galleggiante useremo una torpille del suo stesso peso con un pallino spaccato a circa 30 cm dall’asola della lenza madre.  Ora testiamo l’immersione del galleggiante, che deve lasciare fuori dall’acqua esclusivamente l’astina colorata.  Approfondimento Come pescare la trota iridea con la tecnica a galleggiante (clicca qui) Prima di iniziare a pescare, dovremo regolare l’altezza a cui gli ami saranno in pesca, perciò fissiamo la sonda all’amo più basso e caliamo il tutto in acqua; quando la sonda, toccando il fondo, porta il galleggiante a mezz’acqua, sapremo che siamo alla giusta altezza.

4 Se il mare è mosso, allora il procedimento sarà lo stesso con delle piccole variazioni tra cui: lenza madre dal diametro di 0,18mm; braccioli di 0.15 e lunghi rispettivamente 15 e 20 cm; ami n°14 se usate come esca i bigattini, n° 12 per la polpa di sarda e 10-8 per le altre esche; galleggiante a palla da 3 a 6 grammi preferibilmente arancioni o rossi. Con la sonda fermiamo il galleggiante quando si trova immerso a circa 50-70 cm dalla superficie del mare, in modo che gli ami riescano a catturare i pesci in vicinanza del fondo.

Come pescare le salpe con l'alga verde Ti piace pescare in mare ed in particolare ti piacciono le ... continua » Come Pescare In Passata Lenta La passata rappresenta la tecnica di pesca per eccellenza all'interno ... continua » Come pescare la spigola con montatura libera La spigola è da sempre il Pesce con la P maiuscola ... continua » Come pescare il tonno alletterato Il tonno alletterato è una delle tante specie di piccoli tonni ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come pescare la murena

La murena mediterranea, il cui nome scientifico è Muraena Helena, è un pesce d'acqua salata ed appartiene alla famiglia delle Muraenidae. Il corpo della ... continua »

Come pescare il polpo

Il polpo è uno dei cefalopodi più amati dai pescatori e da tutte quelle persone che in estate non si lasciano mancare di gustare piatti ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.