Come costruire una montatura a galleggiante per canna fissa

di Crazy Diamond tramite: O2O difficoltà: difficile

L'impiego del galleggiante per pescare con una canna fissa è sicuramente una tecnica semplice ed ottimale, mediante la quale si potrebbe riuscire a prendere numerose varietà di pesci, che si alimentano sia sui fondali che a mezz'acqua (come ad esempio cefali, saraghi, tordi ma anche orate e spigole). Vediamo allora come fare per costruire ed utilizzare al meglio una montatura a galleggiante per canna fissa.

Assicurati di avere a portata di mano: canna nylon galleggiante piombi spaccati ami brumeggio esche

1 La fase di montaggio varia a seconda delle condizioni in cui si trova il mare: se è calmo possiamo avvalerci di una lenza madre in monofilo dal diametro di 0.14mm, lunga un metro in meno rispetto alla canna utilizzata. Su questa monteremo un galleggiante in balsa a penna o a fuso rovesciato da 2-3 grammi. Alla fine della lenza madre, andiamo a creare una micro asola alla quale legheremo i braccioli, costruiti con uno spezzone di monofilo super da 0.12mm che sia di circa 70 cm. Pieghiamo quindi in due lo spezzone, cercando di ottenere due braccioli rispettivamente di 30 e 40 cm.

2 A questo punto dobbiamo ricavare una piccola asola nel punto della piegatura. Fissiamo i braccioli alla lenza madre infilandone l’asola in quella della lenza madre e facendo passare gli stessi nella loro asola. Tirando i braccioli, Andiamo a stringere l’asola per fissarli definitivamente alla lenza madre. Al capo libero dei braccioli, monteremo due ami del 16 se peschiamo con i bigattini o la polpa di sarda, oppure del 14-12 se peschiamo con le altre esche.

Continua la lettura

3 Per equilibrare il galleggiante useremo una torpille del suo stesso peso con un pallino spaccato a circa 30 cm dall’asola della lenza madre.  Ora testiamo l’immersione del galleggiante, che deve lasciare fuori dall’acqua esclusivamente l’astina colorata.  Approfondimento Come pescare la trota iridea con la tecnica a galleggiante (clicca qui) Prima di iniziare a pescare, dovremo regolare l’altezza a cui gli ami saranno in pesca, perciò fissiamo la sonda all’amo più basso e caliamo il tutto in acqua; quando la sonda, toccando il fondo, porta il galleggiante a mezz’acqua, sapremo che siamo alla giusta altezza.

4 Se il mare è mosso, allora il procedimento sarà lo stesso con delle piccole variazioni tra cui: lenza madre dal diametro di 0,18mm; braccioli di 0.15 e lunghi rispettivamente 15 e 20 cm; ami n°14 se usate come esca i bigattini, n° 12 per la polpa di sarda e 10-8 per le altre esche; galleggiante a palla da 3 a 6 grammi preferibilmente arancioni o rossi. Con la sonda fermiamo il galleggiante quando si trova immerso a circa 50-70 cm dalla superficie del mare, in modo che gli ami riescano a catturare i pesci in vicinanza del fondo.

Come pescare le salpe con l'alga verde Come Pescare In Passata Lenta Come pescare la spigola con montatura libera Come pescare il tonno alletterato

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli