Come allenarsi nello sci alpinistico

di Leonardo Piacentino tramite: O2O difficoltà: media

Lo scopo di questo articolo consiste nel dare indicazioni precise per un valido programma di come allenarsi nello sci alpinistico. Viene richiesto una notevole costanza negli allenamenti e un grande impegno a livello di tempo. Il programma di allenamento non è di certo standard, in quanto tiene conto delle notevoli variabili che uno sport all'aperto presenta, come il vento, la nebbia, condizioni della neve, etc.

Assicurati di avere a portata di mano: Scarponi da sci, bastoni per camminare, bici,

1 Alla base di ogni allenamento che si rispetti c'è la programmazione. Bisogna tenere conto di tre principi:1) Stabilire l'obiettivo da raggiungere;2) Fissare i mezzi più adatti per l'allenamento;3) Fissare intensità di esecuzione degli allenamenti. La pianificazione dell'allenamento passa attraverso quattro periodi fondamentali: Generale, Speciale, Agonistico, Transitorio. Nel primo periodo si cerca di migliorare la resistenza aerobica, curando molto l'aspetto tecnico. Nel periodo speciale l'allenamento si identifica a quello della gara vera e propria. Nel periodo agonistico tutto l'allenamento verterà in funzione della gara, non tralasciando richiami di lavori fatti in precedenza. Nell'ultimo periodo si cerca invece di attuare un programma di mantenimento della condizione fisica e mentale.

2 Nella prima fase dell'allenamento, detta generale, che avviene da giugno a settembre, occorre inserire nella preparazione degli specifici allenamenti rivolti alla resistenza all'acido lattico che è utile per fare lavorare i muscoli anche in presenza di quote crescenti di acido lattico. Per avere un lavoro ottimale occorre identificare la nostra soglia anaerobica, tramite la frequenza cardiaca. Si può ottenere tramite il Test di Conconi. Questo test è finalizzato a valutare lo stato di forma e delle proprie potenzialità fisiche, nelle discipline sportive aerobiche. In questo periodo per favorire gli allenamenti si può andare in bici, correre in piano o in salita, e svolgere escursioni in montagna.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 A parte gli allenamenti, vi sono degli aspetti da considerare con la massima attenzione:- in fase di riscaldamento, non incorrere in tendiniti o contratture.- defaticamento per smaltire nel più breve tempo possibile l'acido lattico accumulato.- alimentazione, seguendo una dieta corretta ed equilibrata.- integratori, utili nei casi di attività molto intensa e dispendiosa di energie.  Il tutto dietro parere medico, e controlli periodici degli esami ematici per tenere monitorata la condizione fisica generale.

Non dimenticare mai: Monitorare frequenza cardiaca. Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://www.benessere.com

Come evitare i crampi durante la maratona La maratona è un evento meraviglioso che coinvolge persone di tutte ... continua » Come prepararsi per correre i 1500 metri piani I 1500 metri piani sono una specialità olimpica dell'atletica leggera ... continua » Come fare l’allenamento per atletica leggera L'atletica leggera si suddivide in molte discipline: corse, salti (in ... continua » Cosa mangiare prima e dopo l’allenamento L'alimentazione corretta è una parte fondamentale della nostra vita, ma ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Allenamento mezza maratona

La mezza maratona è una disciplina dell'atletica leggera, sia maschile che femminile. È una gara podistica e ricopre una distanza di circa 21 km ... continua »

Spinning: come allenarsi

Lo Spinning è un tipo di attività sportiva nata negli Stati Uniti e importata successivamente in Europa. Negli anni passati ha riscontrato un notevole successo ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.