Barefooting: consigli per renderlo più efficace

di M. P. tramite: O2O

Ognuno di noi è consapevole di quanto una corretta postura sia importante per la nostra salute. Per tutelarla e mantenerla il più eretta possibile seguiamo determinate regole. La buona postura parte certamente dai piedi e dal nostro modo di camminare. Perché tutto si svolga nel modo migliore sappiamo che le calzature sono fondamentali. Ci impongono una posizione ideale per mantenere equilibrio e posizione. Ma non tutti sono d'accordo con questo assunto. I sostenitori del "barefooting" (camminare scalzi) hanno altre idee. Scopriamo alcuni consigli per rendere questa pratica più efficace.

1 Camminare scalzi anche in inverno Il barefooting sostiene che camminare scalzi apporti diversi benefici fisiologici. Uno di questi è la riattivazione della circolazione in modo naturale e prorompente. Questo genererebbe immediatamente un'ideale termoregolazione del corpo. Gli arti, soprattutto inferiori, si manterrebbero dunque caldi. Per tale ragione si consiglia di camminare scalzi anche - e soprattutto - durante la stagione fredda.

2 Passeggiare su diversi tipi di terreno Per rendere efficace il barefooting dobbiamo camminare su più tipi di terreno. Significa "allenare" il piede a pavimenti artificiali e naturali. Pratichiamo il barefooting in casa, sul pavimento, ma anche su prati, terra e superfici irregolari. È possibile abituare il piede al punto da affrontare scalate su terreni rocciosi. In ogni caso possiamo partire con superfici meno ruvide. Erba, terra e sabbia sono un'ottima "iniziazione".

Continua la lettura

3 Iniziare durante l'estate Iniziare col barefooting durante i rigidi inverni non è il modo per renderlo più efficace.  Garantiamo a piedi, caviglie e gambe il giusto tepore Approfondimento Come correre sulle punte (clicca qui) La temperatura esterna naturale ci aiuterà con la circolazione.  Per dei piedi che raramente toccano terra senza scarpe l'esperienza può essere traumatica.  Perciò iniziamo il barefooting per gradi.  La bella stagione renderà la transizione più dolce e potremo sfruttare le giornate in spiaggia.

4 Evitare di indossare calze Si potrebbe pensare che le calze siano un piccolo "trucco" ininfluente sui risultati. In realtà il barefooting è più efficace se la pelle è a contatto diretto col terreno. Agevola l'immediata consapevolezza della propria posizione nello spazio. Per questo sconsigliamo l'uso di qualsiasi copertura o fasciatura sui piedi.

5 Coccolare i nostri piedi I primi periodi di barefooting potrebbero essere un po' duri per i nostri arti. Dunque non scordiamo mai, alla sera, qualche pediluvio rilassante. Per dare sollievo a piedi e caviglie possiamo immergerli in acqua e bicarbonato. Un vero toccasana contro gonfiori e circolazione lenta. Altrettanto salutari sono i massaggi con l'aiuto di oli vegetali idratanti, come l'olio di mandorle.

I migliori sport per bambini con piedi piatti Sono tantissimi i bambini che, soprattutto nei primi anni di vita ... continua » 5 esercizi per allenare i glutei Sono in aumento le persone che, guardandosi riflessi nello specchio, non ... continua » Come tirare a basket Il tiro, tra i cosiddetti "fondamentali" del basket, riveste probabilmente il ... continua » Come usare le racchette da neve o ciaspole Quando arriva l'inverno molte persone amano camminare sulla neve. Ovviamente ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come migliorare il salto

Migliorare il salto, in alcuni sport, è un fattore fondamentale per la riuscita di alcuni gesti atletici. Per esempio nella pallavolo è utile per superare ... continua »

Come eseguire il T'Ai-ki

Le arti e le forme artistiche provenienti dal Giappone e dalla Cina, hanno sempre affascinato gli occidentali. Sono celebri i nomi, di grandi maestri venuti ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.